sabato, 2 Luglio 2022

Guerra in Ucraina, Draghi Macron e Scholz da Zelensky. Pechino conferma il sostegno a Mosca

I leader di Francia, Italia e Germania sono a Kiev per incontrare Zelensky e affermare il loro sostegno, in un momento importante per l'Ucraina. "L'Italia sostiene e continuerà a sostenere in maniera convinta l'Ucraina, il suo desiderio di far parte dell'Unione Europea", ha ribadito anche ieri il Presidente del Consiglio nella sua visita a Gerusalemme.

Da non perdere

La grande notizia di giornata sembra essere il viaggio intrapreso nella notte da Macron, Draghi e Scholz. I tre leader europei hanno attraversato l’Ucraina in treno. Un viaggio lungo, durato oltre 10 ore, a bordo del convoglio partito dalla Polonia. Draghi, Macron e Scholz si sono incontrati a cena per un lungo vertice trilaterale informale. Oggi, Zelensky attende i capi dei tre Paesi fondatori dell’Ue, che porteranno un messaggio di solidarietà e di coesione. Un incontro che arriva in una fase cruciale, dato che si attende il parere della Commissione Ue sulla richiesta di adesione avanzata da Kiev. Una richiesta che trova l’Italia come principale sostenitore, con Draghi che ha lanciato la proposta di riconoscere simbolicamente all’Ucraina lo status di “candidato”, nell’ultimo Consiglio Ue. “L’Italia sostiene e continuerà a sostenere in maniera convinta l’Ucraina, il suo desiderio di far parte dell’Unione Europea“, ha ribadito anche ieri il Presidente del Consiglio nella sua visita a Gerusalemme.

L’incontro con Zelensky

Nel corso dell’incontro di oggi, sarà fatto il punto sugli ultimi sviluppi della situazione nel Donbass e un’analisi delle forze in campo. Il presidente ucraino sicuramente ribadirà la necessità di un supporto di tipo militare. Proprio ieri Zelensky ha sentito al telefono il presidente americano Joe Biden, che gli ha assicurato ulteriori forniture di armamenti per un miliardo di euro. Sul tavolo anche la questione del grano bloccato nei porti del Mar Nero. “Questa mattina ho parlato con il Presidente Zelensky per discutere della brutale guerra in corso con la Russia“. Così il presidente degli Stati Uniti, in un messaggio su Twitter. “Ho ribadito il nostro impegno a sostenere l’Ucraina e ho condiviso il fatto che gli Stati Uniti stanno fornendo oltre 1,2 miliardi di dollari in assistenza umanitaria e in sicurezza“.

Cina e Russia, avanti insieme

Ieri, il presidente della Cina Xi Jinping ha avuto un colloquio telefonico con il presidente russo Vadimir Putin, nel quale ha confermato il sostegno di Pechino a Mosca. Xi ha notato che dall’inizio di quest’anno le relazioni bilaterali hanno mantenuto un solido percorso di sviluppo nonostante le turbolenze e le trasformazioni globali. Sembra che la cooperazione economica e commerciale tra i due paesi abbia fatto progressi costanti. La parte cinese è pronta a lavorare con quella russa per lo sviluppo stabile e a lungo termine di una collaborazione concreta.

Ultime notizie