sabato, 2 Luglio 2022

ATP 500 del Queen’s, continua la striscia positiva per Berrettini l’erbivoro. Eliminato Sonego

Nella seconda giornata del torneo 500 del Queen's che si disputa sempre sull'erba sono scesi in campo due tennisti azzurri. Matteo Berrettini fresco vincitore a Stoccarda ha vinto il match al primo turno contro Daniel Evans, mentre Lorenzo Sonego si è dovuto arrende nel terzo set all'americano Daniel Kudla prossimo avversario proprio di Matteo. Niente derby con rivincita in vista.

Da non perdere

Dopo il ritiro di ieri di Musetti, oggi sono scesi in campo in Inghilterra all’Atp 500 del Queen’s altri due tennisti azzurri. Parliamo di Matteo Berrettini, fresco vincitore a Stoccarda e campione uscente proprio nel torneo inglese, e Lorenzo Sonego.
Il tennista romano non si ferma più, ormai lo chiamano l'”erbivoro” per la sua striscia positiva sull’erba, confermata dalla vittoria di quest’oggi sul giocatore di casa, il britannico Daniel Evans n.31 del mondo, in due set per 6-3, 6-3.

Matteo, dopo un inizio tutto sommato equilibrato, sfrutta il passaggio a vuoto di Evans nell’ottavo game del primo set in cui l’inglese concede due palle break che l’azzurro sfrutta immediatamente per andare a servire per il set. Matteo però va sotto 15-40; ora tocca a lui salvare il break e di conseguenza guadagnarsi il primo parziale: infatti arrivano quatto prime di servizio consecutive nel quale Daniel Evans non può nulla ma solo guardare Berrettini aggiudicarsi il primo set con il risultato di 6-3.

Il tennista britannico accusa il colpo per la mancata rimonta e parte male all’inizio del secondo parziale di gioco cedendo il servizio. Dall’altra parte invece il tennista romano non se ne lascia scappare una e grazie ad una battuta sempre più ingiocabile, prima salva le 5 opportunità di contro-break concesse nel set a Evans e poi strappa di nuovo il servizio al n.31 del ranking, chiudendo partita e incontro con un altro 6-3. Ora al secondo turno Matteo è atteso da Denis Kudla, vincitore al 3° set contro Sonego. I precedenti dicono 2 vittorie per parte.

pic by twitter

Esce di scena al primo turno Lorenzo Sonego battuto dallo statunitense n.82 atp Denis Kudla ripescato come lucky loser dopo il forfait di Murray. È proprio l’americano a mettere il bastone fra le ruote alla possibilità di vedere al secondo turno un derby tutto azzurro con Berrettini, che sarebbe stato anche una rivincita del match giocato pochi giorni fa a Stoccarda. Purtroppo Lorenzo parte male e Kudla ottiene l’unico break risultato poi decisivo nella conquista del primo set per 6-4. Nel secondo parziale, come spesso succede al tennista italiano, Lorenzo si riprende ed inizia a giocare molto meglio, non molla un colpo riportando di fatto la partita in parità vincendo il secondo parziale 6-3. L’inizio del terzo set fa pensare un esito di match positivo per il torinese che va avanti subito di un break ai danni di Kudla. Ma all’improvviso l’azzurro ha un calo e scende pericolosamente di livello concedendo per ben due volte il servizio. Come se non bastasse, alla prima palla match per l’americano Sonego commette un clamoroso doppio fallo che consegna la partita a Kudla con il punteggio finale di 6-3, 6-4, 6-4.
Niente rivincita e niente derby al secondo turno. Berrettini contro lo statunitense parte decisamente favorito anche se in questo sport non è mai detta l’ultima parola. Ma per un proseguo positivo nel torneo c’è una statistica importante che parla per Matteo: il tennista romano è all’8° posto all-time per percentuale di vittorie sull’erba. Davanti a lui gente del calibro di Connors, Sampras, Mc Enroe, e Federer: insomma non proprio gli ultimi della classe. Mentre alle sue spalle gente che ha fatto comunque parte dell’elite del tennis mondiale come Borg, Becker, Edberg. Niente male per Matteo “l’erbivoro”; l’augurio è che possa continuare a scalare posizioni e vincere sempre più partite su questa superficie, per il suo bene innanzitutto ma anche per il tennis di casa nostra.

Ultime notizie