venerdì, 1 Luglio 2022

Torino, 20enne picchiata per difendere il fidanzato: cerca i suoi aggressori sui social

La giovane è stata colpita da un pugno in faccia nella discoteca Whitemoon di Torino. La 20enne dopo la denuncia dell'accaduto ai Carabinieri e una prognosi di dieci giorni per il naso rotto, continua a cercare i suoi aggressori mostrando i loro identikit su TikTok.

Da non perdere

Un pugno in piena faccia per aver cercato di difendere il suo fidanzato da un insulto omofobo pronunciato da tre ragazzi. È successo a una giovane torinese di 20 anni, venerdì 10 giugno, dopo un concerto del rapper Lazza nella discoteca Whitemoon. La ragazza, colpita da uno dei tre, ha denunciato l’accaduto tramite alcune immagini condivise sul suo profilo TikTok, in cui si mostrava con naso rotto e volto totalmente tumefatto.

La 20enne dopo la denuncia dell’accaduto ai Carabinieri e una prognosi di dieci giorni, non si arrende e continua a cercare i suoi aggressori via social. “Fate girare, che giustizia sarà fatta”, così si legge nella didascalia di un secondo video con gli identikit dei bulli pubblicato sempre su TikTok. “Forse sono di Santa Rita, forse, perché la serata era importante, possono essere di qualsiasi parte d’Italia, ma non penso”, dice mostrando i disegni. Inoltre, la ragazza fa una descrizione accurata del loro vestiario e dei tatuaggi. “Sono pericoli pubblici“, ma spiega che non si può ancora lanciarsi in accuse nei confronti di qualcuno, in quanto “non si sanno ancora i nomi”. Pare che il video attualmente sia stato rimosso dai social della ragazza.

Ultime notizie