sabato, 2 Luglio 2022

Covid-19, via le mascherine dal 15 giugno: ecco cosa cambia e i nodi da sciogliere

Dal 15 giugno verrà tolto l'obbligo della mascherina al chiuso in ambienti come cinema e teatri, ma potrebbe rimanere obbligatoria o fortemente consigliata in ambiti come mezzi pubblici, esami di maturità e luoghi di lavoro privato.

Da non perdere

Il prossimo 15 giugno decade l’obbligo dell’utilizzo delle mascherine al chiuso, come già accennato dal ministro Speranza ad aprile. Il Governo deve decidere se mantenerlo in casi particolari o se lasciare solo la raccomandazione. Tuttavia, il ministero mantiene una linea di cautela e sta valutando di lasciare l’imposizione di utilizzo sui mezzi di trasporto pubblico, ma gli ambiti di impiego della mascherina sono molteplici. Ecco quindi cosa cambierà nello specifico.

Mezzi di trasporto pubblico

Il trasporto pubblico è ancora il punto su cui si dibatte maggiormente. Secondo gli esperti, visto che il virus continua a circolare, sarebbe il caso di utilizzarla ancora per un certo periodo; forse non sarà più necessaria la Ffp2, ma su autobus, metro, tram, treni e aerei potrebbe essere mantenuto l’obbligo.

Cinema e teatri

Se finora cinema, teatri, sale da concerto e palazzetti dello sport erano gli unici posti in cui vigeva ancora l’obbligo di indossare la mascherina, dal 15 giugno decade ufficialmente questa imposizione, mettendo al suo posto una forte raccomandazione in caso di affollamento. D’altronde è stato valutato che durante l’estate gli eventi culturali e sportivi si svolgono maggiormente all’aperto.

Luoghi di lavoro

Nei luoghi di lavoro pubblico l’obbligo è decaduto da tempo, sebbene sia rimasta la raccomandazione di indossarla. Per il lavoro privato invece la situazione è diversa, infatti ci si deve basare sui protocolli firmati dalle aziende: i dispositivi di protezione individuali vengono mantenuti quando i dipendenti non possono essere distanziati, questo almeno fino al 30 giugno, quando ci sarà un nuovo incontro al ministero del Lavoro.

Scuola ed esami di maturità

Riguardo la scuola e la questione degli esami di maturità, non è ancora stata presa una decisione. Teoricamente la mascherina è obbligatoria, ma i ministri dell’Istruzione e della Salute potrebbero scegliere di lasciarla raccomandata quando gli ambienti permettono il distanziamento tra gli studenti.

Ospedali e rsa

Nelle strutture sanitarie, socio-assistenziali e socio-sanitarie, come ospedali, rsa e case di riposo, potrebbe rimanere l’obbligo di mascherina per i lavoratori, gli utenti e i visitatori.

Over 50 e obbligo vaccinale

Il 15 giugno decade l’obbligo di vaccinazione per gli over 50, le forze dell’ordine e gli operatori scolastici e nessuno ha intenzione di mettere una proroga alla legge. Tuttavia continuano ad arrivare multe di 100 euro per chi non è in regola con le tre dosi del vaccino. L’unica fascia di lavoratori per cui l’obbligo arriverà fino al 31 dicembre è quella degli operatori sanitari, per i quali è prevista la sospensione dall’Ordine di appartenenza.

Ultime notizie