domenica, 3 Luglio 2022

Tennis, Stoccarda: Berrettini vince il derby italiano contro Sonego e accede alla semifinale

Va a Berrettini il derby italiano nei quarti di finale di Stoccarda contro l'amico Lorenzo Sonego. Il tennista romano dopo avere perso il primo set 6-3, riesce a recuperare, alzando il livello di gioco e vincendo i successivi parziali per 6-3, 6-4. In semifinale affronterà il padrone di casa Oscar Otte.

Da non perdere

Ai quarti di finale dell’Atp di Stoccarda va in scena il derby italiano fra Lorenzo Sonego e Matteo Berrettini. È la prima volta che i due azzurri si incontrano da avversari. Infatti fino ad ora non ci sono precedenti fra i due.

IL MATCH

La partita inizia con Sonego subito molto aggressivo, in particolare in risposta. Dopo aver vinto il game d’apertura di match, Lorenzo ha subito l’occasione di brekkare Matteo che con un po’ di fatica riesce a tenere il servizio. Cosa che succede anche nel successivo turno di battuta per il tennista romano che, in confronto al suo compagno di Davis, sembra non essere entrato in partita, pur rimanendo in scia del suo avversario.

Lorenzo gioca sopra ritmo e appare molto brillante, così dopo 5 game il torinese conduce 3-2. Arriva la palla break grazie anche a bel un punto guadagnato dopo un lungo scambio e chiuso con un bellissimo dritto lungolinea inside out e una notevole palla corta. Berrettini tira fuori campo una palla facile e così il torinese sale sul 4-2. Ora il set si gioca sui turni di battuta di Sonego che si distrae e concede a Matteo due palle break che il romano non riesce a sfruttare. Un dritto lungolinea stupendo di Berrettini mantiene il game in equilibrio. Ma il n. 31 Atp non si scoraggia e grazie ad una palla colpita male, che si trasforma in un sorta di palla corta, si porta sul 5-2. Dopo essersi visto annullare una palla set al 8° gioco, Lorenzo nel suo turno di servizio salva prima due palle break e poi con grande coraggio e solidità mette il primo punto esclamativo sul match vincendo il primo parziale per 6-3.

In questa prima partita, si è visto un Sonego molto determinato sia durante i suoi turni di battuta che in risposta, Berrettini invece ha mostrato poca cattiveria e difficoltà nei movimenti, in cui è sembrato pesante nel cercare la palla.

2° SET

Comincia al servizio il tennista romano che continua a palesare alcune difficoltà evidenti con un errore a rete a campo aperto dopo un dritto in avanzamento: cosa non da lui certamente. Comunque sia, riesce a vincere il primo game e a portarsi 1-0 in apertura di secondo set. Dal campo si sentono tuttavia le lamentele di Berrettini che ripete “non diverto” più volte. Un’attitudine sbagliata del tennista romano che perde a zero il game successivo in risposta. Stavolta però non si scompone durante i suoi turni di servizio e il primo cambio campo vede Matteo condurre 2- 1 su Lorenzo. Ma dopo una partita quasi perfetta arriva il game peggiore per Sonego che sbaglia tantissimo come mai fatto prima in questo match e concede il break a Berrettini che sale 3-1 prima 3-1 e poi successivamente, 4-1.

Il tennista romano dimostra perché è da ormai diverso tempo fra i top 10: si scrolla di dosso le scorie del primo set e sembra aver ritrovato ritmo in particolare da fondo campo. Arrivano due game interlocutori con Matteo sopra 5-2 e la possibilità nel successivo turno di battuta di chiudere il secondo parziale. Infatti sul 5-3, il n.1 d’Italia salva due palle break e poi di prepotenza da 15-40, con quattro prime di servizio e tre vincenti pareggia i conti col risultato di 6-3 in appena 38 minuti. In questo parziale è giusto evidenziare come la percentuale di prime di servizio si è alzata notevolmente per il tennista romano. Sonego invece deve ritrovare la lucidità e l’aggressività del primo set.

3° SET

La terza partita inizia con il tennista torinese che tiene a zero il proprio turno di servizio, facendo capire di non voler mollare. Fa lo stesso Matteo che pareggia immediatamente i conti sull’1-1 e, come se non bastasse, si porta a avanti 40-0 con tre palle break a disposizione. Sonego ne annulla due ma non può nulla sulla terza, con Berrettini che gioca in maniera perfetta col dritto per poi chiudere a rete e portarsi 3-1 e servizio in mano. Nel 5° game Matteo ha la possibilità di salire 4-1 ma Lorenzo riesce a salvare una palla break e poi di rabbia vince un gioco importantissimo, che gli consente di rimanere attaccato al match.

Come successo nel primo set per Sonego, ora la partita si gioca sui game di battuta: stavolta di Berrettini, che continua a martellare e con una prima a 218 km/h e sale 4-2. Lorenzo rimane in scia portandosi sul 3-4 ma Matteo si ritroverà al cambio campo con palle nuove e servizio. Infatti, il tennista romano non lascia scampo a Sonego e col suo schema preferito, servizio e dritto vince l’8° game del match e portandosi 5-3.

Lorenzo tiene il suo servizio grazie a due lob spettacolari di cui il primo con un tweener. Siamo al momento decisivo della partita con Matteo alla battuta, che trova un punto straordinario sullo 0-15: un passante incredibile di rovescio per poi ottenere due palle match sul 40-15. Arriva l’ultimo acuto di Lorenzo Sonego che replica al colpo precedente dell’amico Matteo Berrettini con un bellissimo passante ad incrociare prima di cedere per 3-6, 6-3, 6-4. Match impegnativo per entrambi. Soprattutto nel primo set il tennista torinese ha giocato in maniera brillante sfruttando la difficoltà avuta da Matteo. Nel secondo il tennista romano entra in partita, salendo notevolmente di livello, cosa che è riuscito a fare anche nel decisivo 3° set.

“È stato un incontro molto duro”, afferma Berrettini a fine gara, “Lorenzo ha giocato molto bene… dopo tre mesi di assenza, sono molto contento per la vittoria”. Chiude con un plauso al suo amico: “Con Lorenzo giochiamo insieme sin da piccoli, adesso ci affrontiamo nei migliori tornei del mondo. È uno dei pochi amici che ho nel circuito… congratulazioni a lui per il grande Torneo. Nei punti più importanti abbiamo giocato il nostro miglior tennis”. Campione in campo e fuori. In semifinale ora lo attende il padrone di casa, il tedesco Oscar Otte, che ha “beneficiato” del ritiro di Bonzi. Partita che vede l’azzurro favorito per un posto in finale a Stoccarda.

Ultime notizie