mercoledì, 6 Luglio 2022

Utero in affitto, Papa Francesco: “Pratica inumana minaccia dignità delle famiglie”

Il Pontefice ha stigmatizzato maternità surrogata, gelo demografico e pornografia nel corso dell'udienza alla Federazione delle Associazioni Familiari Cattoliche in Europa. "La famiglia fondata sul matrimonio è la prima cellula delle nostre comunità, luogo naturale delle prime relazioni e della generazione".

Da non perdere

Utero in affitto, inverno demografico e pornografia, queste, secondo Papa Francesco, tra le “piaghe” sociali da prevenire e combattere. Il Santo Padre è tornato a stigmatizzare il fenomeno della gestazione per altri, detta anche maternità surrogata, nel corso dell’udienza alla Federazione delle Associazioni Familiari Cattoliche in Europa (Fafce), in occasione del 25esimo anniversario della sua fondazione. “La dignità dell’uomo e della donna è minacciata anche dalla pratica inumana e sempre più diffusa dell’utero in affitto, in cui le donne, quasi sempre povere, sono sfruttate, e i bambini sono trattati come merce“. Il Papa punta il dito contro la surrogacy a pochi mesi dalladozione in Commissione Giustizia della Camera del testo base appoggiato dal centrodestra che propone di perseguire “l’utero in affitto” come “reato universale“, punendo anche chi “commette il fatto all’estero“. Un disegno di legge che, dopo un primo slittamento, attende di essere esaminato alla Camera “al prossimo calendario”, probabilmente nel mese di giugno. Proprio in merito allo stato dell’arte in Italia e in Europa della gestazione per altri, abbiamo intervistato e messo a confronto le diverse visioni dei bioeticisti Maurizio Mori e Alessio Musio.

“Inverno demografico è gravissimo, state attenti”

Il Pontefice ha evidenziato inoltre quanto sia altrettanto preoccupante la costante diminuzione delle nascite. “Questo inverno demografico è grave, per favore state attenti: è gravissimo! È urgente che le Chiese locali si aprano all’azione dei laici e delle famiglie che accompagnano famiglie. Un’Europa che invecchia, che non è generativa è un’Europa che non può permettersi di parlare di sostenibilità e fa sempre più fatica a essere solidale”. Papa Francesco ha poi colto l’occasione per chiedere agli Stati occidentali di invertire il trend del calo demografico, rimarcando quanto “la famiglia fondata sul matrimonio” sia “al centro”, perché “prima cellula delle nostre comunità, luogo naturale delle prime relazioni e della generazione“. “Gli Stati hanno il compito di eliminare gli ostacoli alla generatività delle famiglie e di riconoscere che la famiglia costituisce un bene comune da premiare, con delle naturali conseguenze positive per tutti”.

“Prevenire e combattere piaga della pornografia”

Il Santo Padre ha fortemente attaccato la pornografia “diffusa ormai ovunque tramite la rete”, che “va denunciata come un attacco permanente alla dignità dell’uomo e della donna“. Le famiglie assieme alle istituzioni scolastiche e alle comunità devono impegnarsi “per prevenire e combattere questa piaga, sanando le ferite di chi è nel vortice della dipendenza”.

Ultime notizie