sabato, 2 Luglio 2022

Guerra in Ucraina, bombe su Kharkiv: morti e feriti. Inizia integrazione Kherson: “Per sempre con la Russia”

Nei bombardamenti su Kharkiv risultano morte 3 persone e ferite 5. Aumentano le perdite dell'esercito russo. Nella regione di Kherson è iniziato il processo di integrazione con la Russia. L'Unhcr conta 4,8 milioni di rifugiati ucraini registrati in tutta Europa.

Da non perdere

La guerra in Ucraina continua a mietere vittime, a prescindere dal colore politico e dalla fazione per cui si combatte. Secondo il bollettino quotidiano dello Stato Maggiore delle Forze Armate ucraine, infatti, le perdite russe ammonterebbero a circa 31.700 soldati, 3.438 mezzi corazzati, 1.398 carri armati, 711 sistemi d’artiglieria, 213 lanciarazzi multipli, 96 sistemi di difesa antiaerea. Ovviamente i dati sono in aggiornamento, visti i combattimenti incessanti, ma sembrerebbe che le truppe di Mosca abbiano perso anche 2.421 autoveicoli, 562 droni, 212 aerei, 178 elicotteri e 13 unità navali. Questi numeri, tuttavia, non fermano le armate russe, che non si limitano all’utilizzo delle armi convenzionali, ma si servono anche di armi psicologiche. L’Institute for the study of war ha affermato che vengono inviati messaggi sui telefoni privati dei soldati ucraini; se fino a ieri si pensava solo a SMS, oggi è stato confermato anche l’uso di social media come Telegram, Viber, WhatsApp, attraverso cui vengono minacciate le persone stesse e le rispettive famiglie.

La situazione a Kherson e Kharkiv

Nella giornata di oggi la Kherson è stata vittima di due attacchi aerei da parte delle armate ucraine contro le unità militari russe presenti sul territorio. Intanto è iniziata l’integrazione di questa regione, la prima a essere conquistata dalle forze di Mosca. Secondo quanto riportato su Telegram dal leader nominato dai russi, Vladimir Saldo, “siamo sicuri che la Russia è con noi e noi siamo con la Russia per sempre. L’integrazione è iniziata e continuerà in modo intenso”. Tuttavia non è stato specificato cosa si intenda parlando di integrazione. Nella regione di Kharkiv, che è stata bombardata nella notte dalle armate russe, sono rimaste uccise 3 persone, e altre 5 sono rimaste ferite nei bombardamenti. L’ufficio del procuratore generale della regione ha riferito che i raid si sono concentrati sul distretto di Novobavarsky.

Unhcr: quasi 5 milioni di rifugiati in Europa

Secondo le stime dell’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati, sono quasi 5 milioni le persone fuggite dall’Ucraina che hanno chiesto asilo in 44 Paesi europei dallo scorso 24 febbraio. Il numero reale dei civili scappati dalla nazione è di 7,3 milioni, di cui però 2,3 milioni hanno fatto ritorno nella loro patria; tuttavia, l’Unhcr precisa che rifugiati registrati in tutta Europa sono 4,8 milioni secondo l’ultimo aggiornamento, inclusi quelli arrivati prima nei territori vicini e che poi si sono spostati; di questi, 3,2 milioni sono registrati per la protezione temporanea. Molte persone hanno deciso di fare ritorno per controllare la situazione, i propri beni, fare visita ai familiari o aiutarli a lasciare il Paese; molte altre sono tornate con l’intenzione di rimanere, ma hanno trovato le abitazioni pesantemente danneggiate e una condizione economica devastata e devastante, sentendosi quindi costretti ad andarsene nuovamente. Il dato più allarmante è che questa guerra è storicamente quella che ha provocato una delle più grandi crisi di profughi e sfollati nel mondo.

Ultime notizie