sabato, 2 Luglio 2022

Guerra in Ucraina, Zelensky: “Siamo in inferiorità di uomini e mezzi”. Mosca accusa Kiev: “Brucia il grano”

"Questa situazione di stallo va interrotta quanto prima. Sono pronto a dei colloqui diretti con Vladimir Putin". Così Zelensky in un'intervista rilasciata al Financial Times. Ad Ankara, intanto, il Ministro degli Esteri russo, Sergej Lavrov, ha incontrato il suo omologo turco Mevlut Cavusoglu, tema il consentire alle navi commerciali di trasportare grano ucraino attraverso il Mar Nero.

Da non perdere

“Kiev ha distrutto 50mila tonnellate di grano a Mariupol. Gli ucraini hanno intenzionalmente bruciato un enorme granaio e più di 50mila tonnellate di grano sono andate distrutte”. Queste le accuse del generale russo, Mikhail Mizintsev, capo del centro nazionale per il controllo della difesa della Russia. “I militari ucraini non volevano lasciare il grano agli abitanti di Mariupol. Questo è terrorismo alimentare, che i soldati compiono contro il loro stesso popolo”, aggiunge.

Zelensky: “La vittoria deve essere ottenuta sul campo di battaglia”

“Questa situazione di stallo va interrotta quanto prima. Sono pronto a dei colloqui diretti con Vladimir Putin”. È quanto affermato, invece, dal presidente ucraino Zelensky in un’intervista rilasciata al Financial Times. “La vittoria deve essere ottenuta sul campo di battaglia”, ha spiegato. “Siamo inferiori in termini di equipaggiamento, e quindi non siamo in grado di avanzare. Subiremmo troppe perdite, e le persone sono la mia priorità”.

Incontro ad Ankara tra Lavrov e Cavusoglu sul trasporto del grano

Ad Ankara, intanto, il Ministro degli Esteri russo, Sergej Lavrov, ha incontrato il suo omologo turco Mevlut Cavusoglu. Tema del colloquio è stata la creazione di corridoi sicuri per consentire alle navi commerciali di trasportare grano ucraino attraverso il Mar Nero. Al termine dei colloqui è prevista una conferenza stampa congiunta. Il porto di Berdyansk, controllato dai russi, è stato nel frattempo riaperto dopo lo sminamento e si prevede che le prime navi piene di grano salperanno entro la fine di questa settimana.

Von der Leyen: “Cibo parte dell’arsenale del terrore del Cremlino”

“Il cibo è parte dell’arsenale del terrore del Cremlino. La crisi alimentare è frutto di un freddo, insensibile e calcolato assedio di Putin ad alcuni dei Paesi più vulnerabili del mondo”. Ha parlato così la presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, in occasione della Plenaria del Parlamento Europeo, ribadendo che le sanzioni europee non colpiscono affatto i prodotti alimentari bloccati in Ucraina.

Ultime notizie