sabato, 2 Luglio 2022

Pavia, 85enne in carrozzina spara il figlio della badante col fucile: morto 43enne s’indaga per omicidio

Un 85enne del posto, da tempo malato e costretto a vivere su una carrozzina, avrebbe sparato contro un uomo di 43 anni, residente a Nicorvo, nonché figlio della badante che da tempo assisteva l'anziano. Il movente sarebbe da rintracciare in "qualche attenzione di troppo" da parte del pensionato nei confronti della donna che gli forniva assistenza.

Da non perdere

Dramma a Pavia, precisamente nel Comune di Gambolò, a pochi chilometri da Vigevano, dove un anziano avrebbe freddato con un fucile da caccia il figlio della sua badante. È successo ieri sera, 5 giugno, in una cascina sita in Lomellina. A quanto pare, un 85enne del posto, da tempo malato e costretto a vivere su una carrozzina, avrebbe sparato contro un uomo di 43 anni, residente a Nicorvo, nonché figlio della badante che da tempo assisteva l’anziano. Il movente sarebbe da rintracciare in “qualche attenzione di troppo” da parte del pensionato nei confronti della donna che gli forniva assistenza.

Motivo, questo, che avrebbe portato a un’accesa discussione tra l’anziano e il figlio della donna. L’anziano, dunque, avrebbe freddato il 43enne con due colpi di fucile da caccia, regolarmente detenuto. A lanciare l’allarme la badante che, dopo aver visto il corpo del figlio esamine, ha avvertito ai soccorritori. Sul posto, l’immediato intervento dei Carabinieri assieme ai sanitari del 118. Purtroppo, per il 43enne non c’è stato nulla da fare. Al momento, gli investigatori indagano per omicidio avvenuto per futili motivi. Le indagini sono coordinate dalla Procura di Pavia.

Ultime notizie