sabato, 2 Luglio 2022

Calci e pugni alla Volante dopo l’inseguimento: finestrino in frantumi arrestato “con l’alito vinoso”

L'uomo è andato a sbattere contro le auto parcheggiate durante l'inseguimento, il 34enne di Pompei è stato denunciato per resistenza a Pubblico Ufficiale e gli è stato riscontrato un tasso alcolemico superiore alla norma.

Da non perdere

Chi di voi conosce Scafati? In realtà nemmeno noi abbiamo mai visitato la cittadina nel Salernitano, e però sappiamo che ha dato i natali all’attrice Valentina Nappi, rinomata nel cinema a luci rosse. Questa volta, invece, Scafati ci dà di che parlare a causa di un uomo – evidentemente ebbro – denunciato dalla Polizia, dopo un inseguimento. Durante la scorsa notte un 34enne di Pompei ha pensato bene di guidare “a fari spenti nella notte”, forse ammaliato da una nota canzone di Battisti. Tutto qui? No, poiché ha ingaggiato un inseguimento con la Polizia da via Tre Ponti fino a via Alison, a Scafati, quando ha impattato contro alcune auto in sosta.

Qui gli agenti hanno percepito il suo “alito vinoso”, l’hanno sottoposto al test e hanno trovato un tasso alcolemico superiore a 1,3 grammi per litro. Ma la storia sarebbe troppo semplice se finisse così. Già, perché l’uomo, prima di sottoporsi a quello che una volta chiamavano “palloncino”, ha dato in escandescenza fino a rompere un finestrino dell’auto di servizio. Per fermarlo è intervenuta la Stradale di Angri. Morale? Denuncia per resistenza a Pubblico Ufficiale e danneggiamento aggravato. Inoltre, come se non bastasse, gli è stata ritirata la patente per guida in stato di ebbrezza.

Ultime notizie