lunedì, 4 Luglio 2022

Cento giorni di guerra in Ucraina, ex ministro: “Dietro piano di pace italiano c’è Mosca”. Kiev: “Uccisi 30mila russi”

Tra ieri e oggi, altri 319 civili, tra cui 24 bambini, sono stati evacuati da Mariupol e portati nel territorio della Repubblica separatista di Donetsk. Secondo l'esercito di Kiev, sarebbero 30.950 i soldati russi uccisi in Ucraina dall'inizio del conflitto. "Dietro il piano di pace proposto dall'Italia c'è Mosca". Ne è certo l'ex ministro degli Esteri ucraino, Volodymyr Ohryzko.

Da non perdere

Tra ieri e oggi, altri 319 civili, tra cui 24 bambini, sono stati evacuati da Mariupol e portati nel territorio della Repubblica separatista di Donetsk. A riferirlo è lo Stato Maggiore della Repubblica. I civili sono stati trasferiti a Bezymenne, nel distretto di Novoazosk. In totale, 39.119 persone sono state evacuate da Mariupol e fatte giungere nel Donetsk dal 5 marzo ad oggi.

Ex ministro ucraino: “Dietro il piano di pace italiano c’è Mosca”

“Dietro il piano di pace proposto dall’Italia c’è Mosca”. Ne è certo l’ex ministro degli Esteri ucraino, Volodymyr Ohryzko, che ha aggiunto: “La Russia sta cercando di attuare la sua linea attraverso Paesi terzi. Questo è davvero sorprendente. Di solito, qualsiasi piano di questo tipo viene prima discusso e persino concordato con il Paese direttamente interessato. Se una cosa ti riguarda, farla senza di te è semplicemente immorale. Esiste una formula: niente sull’Ucraina senza l’Ucraina”.

I numeri delle perdite russe secondo Kiev

Secondo l’esercito di Kiev, sarebbero 30.950 i soldati russi uccisi in Ucraina dall’inizio del conflitto. Nel suo aggiornamento sulle perdite subite da Mosca, Kiev registra anche 210 caccia, 175 elicotteri e 535 droni abbattuti. Inoltre, l’esercito ucraino afferma di aver distrutto 1367 carri armati russi, 675 pezzi di artiglieria, 3366 veicoli blindati, 121 missili da crociera e 13 navi.

Ultime notizie