venerdì, 1 Luglio 2022

Italia-Argentina, a Wembley la Finalissima si tinge di Albiceleste: decidono Lautaro Di Maria e Dybala

È l'Argentina campione d'America a trionfare nella Finalissima. La selezione guidata da Scaloni batte l'Italia 3-0 grazie alle reti di Lautaro, Di Maria e Dybala. Ancora una delusione per gli azzurri dopo l'esclusione dai Mondiali.

Da non perdere

Ad undici mesi esatti dalla vittoria dell’Europeo, l’Italia torna a Wembley ma questa volta l’esito non è lo stesso. Infatti è l’Argentina di Scaloni, campione d’America, ad aggiudicarsi la Finalissima battendo gli azzurri 3 a 0 grazie alle reti di Lautaro, Di Maria e Dybala.

Sono tanti gli indisponibili per Mancini che deve rinunciare, tra gli altri, a Zaniolo, Chiesa, Immobile e Insigne. Il ct sceglie il consueto 4-3-3 con Di Lorenzo ed Emerson sulle fasce, Bonucci è il partner di Chiellini, alla sua ultima partita con la maglia azzurra, in difesa; Barella, Jorginho e Pessina compongono il terzetto di centrocampo; l’attacco è affidato a Bernardeschi, Belotti e Raspadori. Dall’altro lato Scaloni schiera diverse conoscenze del campionato italiano come Molina, Lautaro, De Paul e Romero accompagnati dall’esperienza di Leo Messi e Di Maria.

Nella prima mezz’ora del primo tempo la partita appare equilibrata con le due squadre che si studiano e arrivano poche volte alla conclusione. Messi ci prova con il sinistro dalla distanza ma la sua conclusione è troppo debole per impensierire Donnarumma mentre il tiro di Raspadori viene prontamente respinto dalla difesa avversaria. La svolta del match arriva al 28′ quando l’Albiceleste si porta in vantaggio grazie alla rete di Lautaro Martinez: fa tutto Messi che aggira Di Lorenzo, entra in area e serve al centro il numero 22, pronto a deviare in goal con una zampata da vero rapace. L’attaccante dell’Inter si rende protagonista anche sul raddoppio perché resiste alla pressione di Bonucci e poi serve in profondità un filtrante perfetto che Di Maria ricama con un delizioso pallonetto: i primi 45′ si chiudono 0-2 per la selezione sudamericana.

Nella ripresa Mancini prova subito a invertire l’inerzia del match con tre cambi inserendo Scamacca, Locatelli e Lazzari ma il copione non sembra cambiare. Infatti al 60′ Donnarumma compie letteralmente un miracolo deviando una conclusione di Di Maria diretta all’angolino alto. Ed è sempre la squadra di Scaloni a rendersi pericolosa: dopo una palla recuperata nella metà campo italiana, Messi serve Lautaro che da buona posizione manda sull’esterno della rete; poi è il fuoriclasse argentino in maglia numero 10 a mettersi in proprio due volte ma le sue conclusioni vengono respinte dall’estremo difensore italiano. Nel finale il subentrato Dybala rende ancora più pesante il passivo con un diagonale che bacia il palo prima di terminare in porta: è l’Argentina a trionfare nella Finalissima. Ancora una delusione per gli azzurri dopo l’esclusione dai Mondiali in Qatar.

Ultime notizie