sabato, 2 Luglio 2022

Brescia, pesta la moglie davanti ai figli e la sbatte al muro: marito violento condannato a 3 anni

La donna ha raccontato ai Carabinieri di essere stata percossa e malmenata violentemente prima di essere scaraventata con la testa contro il muro, il tutto di fronte ai bambini. L'uomo è stato arrestato più di un anno fa e solo ora, a distanza di un anno, è arrivata la condanna a 3 anni di carcere.

Da non perdere

È arrivata questa mattina, 31 maggio, la sentenza definita per il 33enne ghanese, residente nel Bresciano, condannato a tre anni di carcere e già arrestato, poco più di un anno fa, per maltrattamenti della giovane moglie di fronte ai suoi figlioletti. Il Tribunale di Brescia avrebbe così accolto ogni richiesta avanzata da parte dell’accusa.

La vicenda

Era il 12 marzo 2021 quando il 33enne avrebbe picchiato brutalmente la giovane moglie davanti ai suoi figli, costringendola forzatamente a una fuga improvvisa dall’appartamento in cui vivevano i due, assieme ai bambini di 6 e 9 anni, per raggiungere la struttura ospedaliera di Gavardo. La donna, una 37enne del posto, connazionale del odierno condannato, avrebbe raccontato ai Carabinieri di essere stata percossa e malmenata violentemente prima di essere scaraventata con la testa contro il muro, il tutto di fronte ai bambini della coppia, inermi e spaventati davanti alle violenze del padre.

Il movente delle aggressioni subite sarebbe da rintracciare nei soldi. All’epoca, l’uomo avrebbe negato qualsiasi tipo di addebito, ma sarebbe stato beccato in flagrante proprio mentre cercava di compiere l’ennesima aggressione ai danni della giovane vittima. Una situazione che si sarebbe protratta per mesi. L’uomo è stato prontamente arrestato e, solo ora, a distanza di poco più di un anno, condannato.

Ultime notizie