sabato, 2 Luglio 2022

Qualiano, sparatoria davanti un bar: fuori pericolo 3 dei 4 giovani feriti nell’agguato uno è grave

Sono completamente fuori pericolo Castrese D'Alterio, Bernardo Falco e Nicola Di Palma, tre dei quattro giovani colpiti durante l'agguato scattato la notte tra sabato e domenica davanti a un bar di Qualiano, in provincia di Napoli. Ancora in coma farmacologico, invece, Michele Di Palma, l'altro ferito grave, che rischia la vita.

Da non perdere

Sono completamente fuori pericolo Castrese D’Alterio, Bernardo Falco e Nicola Di Palma, tre dei quattro giovani colpiti durante l’agguato scattato la notte tra sabato e domenica davanti a un bar di Qualiano, in provincia di Napoli. Ancora in coma farmacologico, invece, Michele Di Palma, l’altro ferito grave, che rischia la vita.

A sparare è stato Marco Bevilacqua, il 37enne intercettato dai carabinieri subito dopo l’agguato. Adesso è in attesa dell’udienza di convalida. Sarebbe accusato di tentato omicidio plurimo, ma c’è un episodio su cui ancora non è stata fatta piena chiarezza. L’uomo, infatti, riferisce di essersi fatto medicare, una quindicina di giorni fa, alcune ferite rimediate in un presunto incidente stradale. Dichiarazione che adesso assume valore nell’ambito delle indagini sul ferimento dei quattro ragazzi.

Gli investigatori non escludono che quelle ferite possano essere riconducibili ad una lite violenta proprio con i fratelli Di Palma. Questi ultimi, incensurati, sono figli di un elemento di spicco della criminalità locale, ritenuto dagli inquirenti vicino al clan De Rosa – Pianese. Bevilacqua è stato rintracciato a casa dei genitori qualche ora dopo l’agguato, armato di una pistola calibro 9X21, rimediata derubando con un coltello un vigilante del posto.

Ultime notizie