lunedì, 4 Luglio 2022

Tennis Roland Garros, Giorgi Sinner e Sonego al terzo turno. Hurkacz elimina Cecchinato

Al Roland Garros, nel maschile arrivano due belle vittorie per Sonego e Sinner che hanno avuto la meglio rispettivamente su Sousa e Carballes Baena. Cecchinato invece si arrende dopo la maratona di due giorni fa, al polacco Hurkacz. Nel femminile vittoria per Camila Giorgi.

Da non perdere

Dopo l’uscita di Fognini di ieri, ritirandosi per infortunio sotto 6-4 7-6 3-2 contro l’olandese Van de Zandshulp, oggi è stato il turno di altri tre azzurri scesi in campo nel maschile per un posto al terzo turno. Buone notizie arrivano da Sonego che vince per 3 set a 0 contro il portoghese Sousa con il punteggio di 7-6 6-3 6-4. Esce di scena invece Marco Cecchinato, un po’ provato dalla maratona vinta contro Andujar al quinto dopo essere partito sotto 2 set a zero. E anche perché probabilmente Hurkacz è un giocatore superiore all’italiano. Vittoria importante per Jannik Sinner che partiva favorito contro lo spagnolo Carballes Baena. Dopo aver perso il primo parziale, il tennista azzurro chiude la pratica al quarto set per 3-6 6-4 6-4 6-3.

I MATCH

Come solito ormai, il primo italiano a scendere in campo è Lorenzo Sonego contro il portoghese Joao Sousa n. 63 del ranking. Sonego inizia subito in maniera aggressiva la partita ottenendo il break in apertura. Tutto lascia presupporre un set in comando da parte del torinese, invece sul 2-1 ha un passaggio a vuoto e concede il break all’avversario. Si arriva a 3-3 e la sceneggiatura non cambia: l’azzurro prima guadagna un altro break all’avversario, che a sua volta lo strappa all’azzurro. Il primo set è destinato a decidersi così al tie-break. Il tennista italiano conquista il mini-break sull’1-3 e si dà coraggio e forza per non mollare più un colpo aggiudicandosi il primo parziale con il risultato di 7-6 (7-4 i punti).

Comincia il secondo parziale e Sonego, forte di un primo set vinto con fatica, sembra “più leggero” in campo, gioca con cattiveria e sale immediatamente 3-0. Lorenzo avrebbe anche la possibilità di concedersi un altro break a suo favore ma Sousa riesce a mantenere il servizio. Si sale sul 5-2 per l’azzurro quando il portoghese chiede un medical timeout per un dolore al piede. Questo inconveniente di fatto consegna il secondo set a Sonego che chiude 6-3.

Ora, sopra di 2 parziali a 0, l’italiano sembra giocare sul velluto e si prende il break in apertura. Il portoghese dal canto suo lascia intendere di non farcela dal punto di vista fisico. Sousa appare infatti molto provato e Sonego si porta sopra 5-2. Per il tennista portoghese rimane l’ultimo sussulto d’orgoglio che gli permette di allungare la partita fino al 5-4. Ma da questo momento Lorenzo non sbaglia più un punto vincendo terzo set e match per 7-6; 6-3;6-4. Al terzo turno Lorenzo dovrà vedersela con il norvegese n.8 del mondo Casper Ruud. Un incontro che si preannuncia molto impegnativo.

Dopo la maratona di due giorni fa Cecchinato affrontava la testa di serie n.12 Hubert Hurkacz. Il primo set ha ben poco da dire, il polacco comanda dall’1-1 in poi lasciando praticamente il nulla al suo avversario. Il parziale si chiude con il punteggio di 6-1 per Hurkacz in appena 22 minuti di gioco. Il dato impietoso riguarda i punti vinti dal Ceck ne ha portati a casa solo 11 su 36.

Il secondo set rimane in tendenza con il primo, il tennista polacco ottiene subito il break riuscendo a controllare l’intero parziale, soprattutto quando è lui al servizio. Finisce così la seconda partita con il risultato di 6-4 grazie anche ad una solidità impressionante di Hurkacz che ha concesso nei suoi turni di battuta solo due punti a Cecchinato. Nel terzo set la musica questa volta non cambia e non si alza come nel match contro Andujar e il tennista siciliano va sotto subito 2-0. Ogni tentativo di risalire la china è vano per Marco e il polacco controlla senza difficoltà la partita per chiudere gioco e partita 6-1; Al terzo turno per Hurkacz c’è il belga David Goffin.

twitter by @fedetennis

Jannick Sinner disputa il suo secondo turno contro lo spagnolo Carballes Baena n.89 del mondo. Il tennista italiano parte favorito ma soffre in particolare nel primo parziale di Match. I primi due game si risolvono ai vantaggi con lo spagnolo che salva due palle break nel suo primo turno di servizio e una nel 4° game. Il match rimane in parità fino al 2 pari. Sinner gioca un brutto turno di battuta mettendo in campo pochissime prime e cedendo il break al tennista di Tenerife che lo confermerà nel successivo game salendo 4-2. Carballes non si ferma qui e ottiene un altro break sull’italiano che però lo recupera immediatamente. Finisce l’8° gioco con il numero 89 del ranking avanti 5-3. L’azzurro continua a mettere pochissime prime in campo e così in 55 minuti il tennista spagnolo porta a casa il primo set per 6-3.

Il secondo parziale si apre con Carballes Baena che tiene il servizio cosa che fa anche Sinner, seppur dovendo salvare due palle break. Come nel primo set l’equilibrio si spezza sul 2-2 ma questa volta a favore dell’allievo di Vagnozzi che si guadagna il primo break della partita ai danni del suo avversario e salendo in vantaggio per la prima volta nel match. Vantaggio che viene consolidato da Jannik che va sul 4-2. I successivi game si giocano sui turni di battuta dell’azzurro che riesce a pareggiare i conti vincendo il secondo set 6-4.

Il terzo parziale si apre con lo spagnolo che concede il break in apertura di set e Sinner riesce a portarsi avanti 2-0. Nei successivi giochi il ragazzo originario della Val Pusteria tiene con più facilità i suoi turni di servizio mantenendo il break di differenza nei confronti dello spagnolo. Si sale col punteggio di 5-4 per Sinner che dopo il cambio campo può servire per il set. Cosa che avviene senza difficoltà per Jannik che vince il terzo parziale con lo stesso risultato con cui ha vinto il secondo: 6-4.I l tennista azzurro ha mostrato in questa parte della partita di essere salito sia di colpi che di percentuali al servizio: 75% di prime messe in campo con il 78% di punti vinti.

Comincia il quarto set, subito molto movimentato: Carballes dopo aver tenuto la battuta ottiene il break sull’azzurro che in maniera inaspettata spacca la racchetta. É la prima volta che Sinner rompe una racchetta durante una partita, o per lo meno da quando è a questi livelli. Cosa che fa certamente uno strano effetto. Sotto 40-15 nel 3° game Jannik si dà carica grazie anche ad un pubblico che tifa per lui e si guadagna il controbreak. Dopo aver annullato un’altra palla break al servizio l’azzurro riesce a pareggiare i conti sul 2-2. Nel 5° gioco, probabilmente uno dei più duri del match per i due tennisti e dopo 14 punti giocati, Sinner riesce a strappare il break a Carballes. L’azzurro non molla dimostrandosi in questa fase di essere superiore dell’avversario sia sul piano del gioco che dal punta di vista fisico. Arrivano così 4 giochi di fila che permettono a Jannik di comandare per 4-2 dopo essere partito sotto 0-2 nel set. Il 7° game è il più lungo del match, dopo 5 palle break non sfruttate da Sinner, lo spagnolo ha la meglio e dopo quasi un quarto d’ora e 22 punti giocati si porta sul 3-4. Se il quinto game è stato, come detto sopra fra i più duri, anche questo  non è  stato certamente da meno. Da questo momento, più si va avanti e più i game sono combattuti e si risolvono quasi sempre ai vantaggi a prescindere da chi è serve. Dopo un altro gioco abbastanza complicato e terminato sempre ai vantaggi, Jannik riesce a spuntarla e a salire 5-3. Ora ne basta uno per arrivare a dama. Il tennista azzurro non fa attendere molto i suoi tifosi e grazie ad un altro  break vince set e match con il risultato di 3-6 6-4 6-4 6-3. Partita non facile all’inizio per Sinner che poi riesce a trovare ritmo e  portare a casa  un secondo turno risultato meno facile del previsto. Al terzo turno affronterà lo statunitense McDonald.

Nel femminile da registrare la vittoria Camila Giorgi contro Putintseva per 6-3 7-5. La tennista italiana raggiunge il terzo turno così come Martina Trevisan che ieri ha sconfitto la polacca Linette 6-3 6-2.

Ultime notizie