domenica, 3 Luglio 2022

Finale Conference League, scontri nella notte a Tirana: fermati 48 italiani 50 rispediti a casa

La notte prima della partita tra Roma e Feyernoord è stata caratterizzata da violenti scontri tra tifosi e la Polizia. Il bilancio dei feriti non è ancora chiaro mentre sono 60 i fermati e 50 coloro che sono stati rispediti a casa.

Da non perdere

Notte di tensione a Tirana, capitale dell’Albania, dove questa sera si disputerà la finale di Conference League tra Roma e Feyernoord. La vigilia è stata caratterizzata da violenti scontri in diverse parti della città che hanno coinvolto i tifosi romanisti e olandesi e la Polizia.

Il bilancio di coloro che hanno subito conseguenze a seguito del lancio di bottiglie e pietre e l’utilizzo di bastoni non è noto ma al momento si contano due tifosi romanisti feriti, due tifosi albanesi contusi di cui uno colpito in modo serio alla testa e altri tifosi olandesi feriti in modo lieve. Sono 60, di cui 48 italiani e 12 olandesi, invece, i tifosi fermati mentre una cinquantina sono stati rispediti a casa perché non graditi su territorio albanese. Gli agenti colpiti sono una decina mentre spuntano anche immagini di un poliziotto costretto ad estrarre la pistola per fermare gli scontri.

Intanto oggi a Tirana è stata proclamata festività cittadina per bloccare il traffico privato in previsione dell’allerta che tornerà alta in prossimità dell’orario di inizio della partita.

Ultime notizie