mercoledì, 29 Giugno 2022

Milano, minaccia di uccidersi con un coltello in un bar: fermato col taser

Un ragazzo ha prima minacciato i clienti di un bar per poi rubare un coltello per il pane e urlare di volersi ammazzare. I Poliziotti lo hanno reso all'impotenza con due scariche di taser.

Da non perdere

Minaccia di uccidersi ma viene neutralizzato dalla Polizia con l’utilizzo del taser. È quello che accaduto questa mattina, 23 maggio, intorno alle 10 in pieno centro a Milano. Un giovane di età probabilmente inferiore ai 30 anni che parlava solo spagnolo, non ancora identificato perché senza documenti, è entrato in un bar molestando e minacciando i clienti. Ha poi afferrato un coltello per il pane, con la lama seghettata, ed è uscito in strada minacciando di ferirsi con l’arma da taglio e urlando frasi sconclusionate.

“Me voy a matar”, mi voglio uccidere, queste la frase ripetuta più volte mentre cercava di scappare tra le auto in transito e i passanti. Intercettato dagli agenti è stato più volte invitato a fermarsi, ma dopo gli avvertimenti andati a vuoto, è stato colpito con due scariche di taser; una prima scarica lo ha fatto accasciare ma ancora con il coltello in mano, mentre la seconda è riuscita a neutralizzarlo, consentendo così ai Poliziotti di disarmarlo.

Ultime notizie