venerdì, 1 Luglio 2022

Peste suina, tre nuovi casi a Roma. Attuate misure di contenimento dei cinghiali

A Roma sono risultati positivi alla peste suina altri tre cinghiali. Sotto stretta sorveglianza dell'Ama i municipi XIII, XIV e XV per attuare misure di contenimento dei cinghiali e sanificazione dei cassonetti.

Da non perdere

L’emergenza della peste suina a Roma continua, con la registrazione di tre nuovi casi di positività nei cinghiali, uno dei quali al confine nord della zona infetta. È prevista per oggi pomeriggio, in seguito alla conferma dei nuovi contagi, una riunione in prefettura per valutare nuove misure di contenimento della malattia e per la proliferazione dei cinghiali che invadono le aree urbane sempre più frequentemente. Si attende anche una nuova ordinanza del commissario straordinario per rivedere i confini dell’area infetta e fornire indicazioni sull’abbattimento selettivo degli animali.

Sabrina Alfonsi, assessore all’Ambiente e Rifiuti di Roma Capitale, ha confermato che alcune strade nei Municipi XIII, XIV e XV sono sotto sorveglianza dell’Ama per aiutare nell’applicazione delle misure di contenimento dei cinghiali. Ha poi aggiunto “che sono state effettuate e sono in corso sanificazioni dei cassonetti e si è deciso di intensificare i turni di raccolta: dove possibile, Ama provvederà a sostituire i cassonetti da 1.200 litri con quelli da 2.400 per evitare che i cinghiali li rovescino”.

Ultime notizie