venerdì, 1 Luglio 2022

Guerra in Ucraina, bombe sull’ospedale di Severodonestk, ma si continua a operare. Donbass, colpiti 23 insediamenti in 24 ore

Bombardamenti su diverse zone dell’Ucraina, dall’ospedale di Severodonetsk nel Lugansk al Donbass, dove sono stati colpiti in 1 solo giorno ben 23 insediamenti. Nel sud del Paese, a Mykolaiv, si sono udite esplosioni e in città era suonato l’allarme aereo. A Kharkiv le forze armate ucraine resistono e respingono quelle russe, fino ad arrivare al confine con la Federazione Russa.

Da non perdere

Nell’82esimo giorno del conflitto il cielo sull’ospedale di Severodonetsk è stato squarciato da bombe, registrati 9 feriti. Altre esplosioni e sirene si sono udite a Mykolaiv, nel sud del Paese. Invece, l’esercito ucraino ha reso noto che i russi hanno bombardato 23 insediamenti nel Donbass in 1 solo giorno. I media ucraini hanno fatto sapere di un’esplosione al centro di Kiev, sui social parlavano di un veicolo esploso; subito dopo hanno aggiunto che l’incendio seguito all’esplosione era stato spento. La causa è sconosciuta. Ancora dal fronte, nella regione di Kharkiv, l’esercito ucraino respinge quello russo, questo ha riportato Ukrinform citando il Ministero della Difesa ucraino.

Bombe sull’ospedale di Severodonetsk

Il capo dell’amministrazione militare regionale di Lugansk, Serhii Haidai, ha reso noto sul suo canale Telegram che nella giornata di ieri “gli orchi (termine ucraino dispregiativo per le truppe russe) hanno effettuato 11 attacchi di artiglieria a Severodonetsk. Hanno bombardato case, un impianto chimico, una scuola e un ospedale”. La CNN ha riferito che sono rimasti feriti in 9 e hanno ricevuto le cure mediche presso l’ospedale che, nonostante i bombardamenti, ha continuato ad operare.

Donbass, bombardati 23 insediamenti in un solo giorno

Il Kyiv Independent ha fatto sapere citando fonti dell’esercito ucraino che le truppe russe hanno distrutto o danneggiato 32 edifici, a seguito degli incessanti bombardamenti su 23 insediamenti nel Donbass, soltanto nelle ultime 24 ore. Ha anche aggiunto che l’esercito di Kiev, invece, ha respinto 17 attacchi.

Kharkiv, esercito ucraino respinge il russo

Il confine è sempre più vicino, nella regione di Kharkiv, i soldati ucraini di uno dei battaglioni di difesa hanno respinto le truppe russe e sono arrivati fino alla zona di confine con la Federazione Russa. Questo ha fatto sapere il Ministero della Difesa ucraino, citato da Ukrinform.

Esplosione nella Capitale ucraina

I media ucraini hanno parlato di un’esplosione in una zona centrale di Kiev senza fornire dettali. Non è arrivata alcuna conferma ufficiale, sui social parlavano di un veicolo esploso e di fumo nero visibile da diverse parti della città. Si sono subito attivati per soffocare l’incendio, al momento non c’è alcun pericolo. Lo fanno sapere sempre i media ucraini. Pare che la situazione sia sotto controllo a maggior ragione perché l’esplosione non è stata preceduta da alcun allarme aereo o dalle sirene. La causa è ancora da definire.

Mykolaiv, udite esplosioni e sirene

Si sentono esplosioni a Mykolaiv”, queste le parole del sindaco Alexander Senkevich sul suo canale Telegram, citato da Ukrinform. La situazione nel sud del Paese è più preoccupante. Ha anche aggiunto un’esortazione per i suoi concittadini, invitandoli a restare nei rifugi. Alle 5.19 era suonato in città l’allarme aereo.

Ultime notizie