lunedì, 23 Maggio 2022

Covid, stop alle mascherine negli aeroporti e a bordo: dal 16 maggio si allentano le restrizioni in Europa

L’Easa e l’Ecdc hanno pubblicato un nuovo aggiornamento riguardo alle misure di sicurezza per i viaggi in aereo. Viene raccomandato a prescindere l’utilizzo della mascherina per i passeggeri vulnerabili. Le regole possono variare in base alla compagnia aerea.

Da non perdere

Stop alle mascherine in aereo, dal 16 maggio infatti entreranno in vigore le nuove disposizioni. L’Easa (Agenzia dell’Unione europea per la sicurezza aerea) e l’Ecdc (Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie) hanno pubblicato un nuovo aggiornamento riguardo alle misure di sicurezza sanitaria per i viaggi in aereo che prevede l’eliminazione delle raccomandazioni sull’uso obbligatorio del dispositivo di protezione negli aeroporti e a bordo di un volo. All’interno del nuovo aggiornamento, vi sono anche delle raccomandazioni che includono un allentamento delle misure più rigorose sulle operazioni aeree.

Il protocollo dell’aviazione sulla sicurezza sanitaria è stato aggiornato tenendo conto degli ultimi sviluppi della pandemia. Sono stati fondamentali i dati dei livelli di vaccinazione e dell’immunità acquisita naturalmente, e soprattuto della conseguente revoca delle restrizioni in un numero crescente di paesi europei.

Le regole che entreranno in vigore potranno variare in base alla compagnia aerea che potrà, eventualmente, mantenere oltre la data prestabilita alcune restrizioni in base ad alcune necessità. Se, ad esempio, c’è un volo da o verso una destinazione in cui è previsto ancora l’utilizzo della mascherina sui trasporti pubblici, si dovrà incoraggiare il passeggero ad indossare il sistema di protezione. Questo secondo le raccomandazioni.

Per quanto riguarda i passeggeri vulnerabili, l’Agenzia raccomanda l’utilizzo della mascherina a prescindere dalle nuove disposizioni. È consigliabile una maschera facciale del tipo Ffp2/N95/Kn95 che offre sicuramente un livello di protezione maggiore rispetto ad una chirurgica standard.

Ultime notizie