lunedì, 23 Maggio 2022

Guerra in Ucraina, i soldati di Azov posano sui social: l’orrore della guerra fa il giro del mondo

Uomini con braccia amputate, soldati privi di gambe, ragazzi con ferite che somigliano a voragini. I soldati del battaglione Azov hanno mostrato sui loro social alcune foto dei militari ucraini feriti nei sotterranei dell'acciaieria Azovstal, a Mariupol.

Da non perdere

L’acciaieria di Azovstal a Mariupol assume sempre più i connotati dell’inferno. I soldati del battaglione Azov hanno mostrato sui loro social alcune foto di militari ucraini asserragliati nei sotterranei dell’impianto. Uomini con braccia amputate, soldati in piedi su una sola gamba, perché hanno perso l’altra, ragazzi con ferite che somigliano a voragini. “I militari che vedete nella foto e altre centinaia nello stabilimento di Azovstal hanno difeso l’Ucraina e l’intero mondo civile a costo della propria salute. E ora L’Ucraina e la comunità mondiale non sono in grado di proteggerli e prendersi cura di loro? Chiediamo l’immediata evacuazione dei militari feriti nei territori controllati dall’Ucraina, dove riceveranno assistenza e cure adeguate”, si legge nell’appello del reggimento.

I difensori di Azov hanno invitato l’Onu e la Croce Rossa a soccorrere questi uomini provati dai combattimenti e che non sono più nelle condizioni di poter difendere lo stabilimento. Nella nota ufficiale è stato spiegato che mancano cure e cibo, per non parlare di una situazione igienico sanitaria agghiacciante. Molti uomini hanno ancora le ferite aperte e sono stati medicati con i resti di bende non sterili.

Ultime notizie