domenica, 22 Maggio 2022

Guerra in Ucraina, russi sparano su auto di civili ad Azovstal. Zelensky apre alla pace: verso la rinuncia alla Crimea

Ad Azovstal la situazione sta peggiorando, sale il numero dei morti e dei feriti. La resistenza ucraina ha catturato 11 cecchini nella regione di Kharkiv. Kiev fa sapere che 1,6 milioni di ucraini non hanno accesso all'acqua potabile, il rischio è che si arrivi a 4,7 milioni. Il Cremlino tuona contro la Polonia: "Minaccia l'integrità territoriale dell'Ucraina".

Da non perdere

“Durante il cessate il fuoco nel territorio dell’acciaieria Azovstal le truppe russe hanno sparato su un’auto che stava trasportando dei civili per evacuarli dalla fabbrica. Un soldato è stato ucciso e ci sono 6 feriti“. Questo quanto riferito dal battaglione Azov su Telegram, citato dall’agenzia di stampa Ukrainska Pravda. Il reggimento ucraino continua a ribadire che le forze armate di Mosca non si stanno attenendoalle garanzie di sicurezza per l’evacuazione dei civili“. Mykhailo Vershynin, militare di Kiev impegnato nella difesa dell’Azovstal, ha raccontanto alla Bbc quanto “la situazione nell’acciaieria” sia “critica e ora stia peggiorando”. “La cosa peggiore è che abbiamo ancora civili nei rifugi antiaerei“, ha precisato il soldato, spiegando che a seguito dell’ultima pioggia di bombe sull’impianto hanno perso la vita 2 persone e 10 ne sono rimaste ferite. Fin dall’inizio di questo brutale conflitto, Mariupol è stata presa di mira dagli invasori divenendo, secondo Zelensky, “esempio di assedio, torture” che evidenzia “l’attitudine disumana dell’esercito russo e la sua crudeltà”. Il presidente ucraino ha parlato in questi termini della città nel corso di un evento del centro studi britannico Chatham House. La resistenza di Kiev, tra una controffensiva e l’altra, è riuscita a catturare durante un’operazione speciale del Servizio di Sicurezza (Sbu) ben 11 cecchini russi nella regione di Kharkiv; pare che appartenessero tutti al reggimento 115 Dnr. La notizia è stata resa ufficiale da Artem Dekhtiarenko, addetto stampa del Sbu.

Kiev: 1,6 milioni di ucraini senz’acqua

“Oggi 1,6 milioni dei nostri cittadini vivono in stato di guerra e non hanno accesso all’acqua potabile; 4,7 milioni si stanno avvicinando a questa situazione“, così Lyudmila Denisova, commissaria per i diritti umani del Parlamento ucraino, all’Ansa. “Dove ci sono le ostilità la situazione è molto pericolosa e il diritto alla vita è minacciato. A Popasna, Berezhna e in tutte le regioni di Donetsk e Lugansk, non ci sono più scorte di cibo, distrutte o sequestrate dai russi. Queste regioni hanno bisogno di assistenza umanitaria sotto forma di cibo e medicine“, ha aggiunto.

Zelensky apre a pace con la Russia, senza restituzione della Crimea

L’Ucraina avanza proposte di pace, a patto che la Russia faccia dietrofront “sulle posizioni del 23 febbraio”. Il presidente Volodymyr Zelensky, intervenendo in videocollegamento alla Chatham House, ha fatto capire che Kiev per ora non pretenderebbe la restituzione della Crimea, annessa dai russi nel 2014. “Da parte nostra non tutti i ponti diplomatici sono stati bruciati“, ha detto il leader ucraino. Lo ha spiegato più chiaramente Andriy Yermak, capo dell’ufficio della presidenza di Kiev, ai microfoni dell’emittente Rbc-Ukraine: “Oggi l’obiettivo prioritario è finire la guerra e far ritirare le truppe russe almeno ai confini del 23 febbraio. Cadlr (Luhansk e Donetsk, ndr) e Crimea sono due questioni impegnative, che devono essere discusse dai due presidenti”. Resta da capire se e quando ci sarà mai un incontro tra Putin e Zelensky.

Russia: “Polonia minaccia l’integrità territoriale ucraina”

Fin dal 24 febbraio scorso, Mosca ha cominciato a stilare una lista di Paesi ostili alla sua speciale operazione di denazificazione, e la Polonia è sicuramente uno di questi. Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha puntato il dito contro Varsavia, in quanto “minaccerebbe l’integrità territoriale dell’Ucraina“, fatto che va ad aggiungersi alla “retorica molto ostile” usata dallo Stato europeo nei confronti del governo russo.

Ultime notizie