domenica, 22 Maggio 2022

Guerra in Ucraina, Draghi atteso a Washington. La Cnn: “Dagli Usa informazioni a Kiev per affondare il Moskva”

L'ambasciatore italiano all'Onu ha ribadito la necessità di intraprendere passi urgenti per il raggiungimento della pace. Ed ha appoggiato apertamente la proposta di Guterres circa la creazione di un gruppo di contatto umanitario composto da Russia, Ucraina ed alcuni rappresentanti delle Nazioni Unite.

Da non perdere

“È importante che molti Paesi europei si siano schierati apertamente contro la Russia. L’Italia è uno di questi. Abbiamo apprezzato la leadership di Roma e i passi che ha compiuto contro Putin”. A pronunciare queste parole è stata la portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki, a proposito dell’imminente visita di Mario Draghi a Washington, in programma per la prossima settimana. “Biden e il premier discuteranno sicuramente di questo argomento durante l’incontro”, ha aggiunto.

Massari appoggia l’iniziativa di Guterres: “Vanno fatti passi urgenti per la pace”

L’Italia, da parte sua, si è detta estremamente favorevole nei confronti dell’iniziativa intrapresa dal segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, che nei giorni scorsi si è recato sia a Kiev che a Mosca. Ad esplicitarlo è stato l’ambasciatore italiano all’Onu, Maurizio Massari, nel corso della riunione del Consiglio di sicurezza incentrata sulla questione ucraina. Massari ha ribadito la necessità di intraprendere passi urgenti per il raggiungimento della pace. E ha appoggiato apertamente la proposta di Guterres circa la creazione di un gruppo di contatto umanitario composto da Russia, Ucraina e alcuni rappresentanti delle Nazioni Unite.

Zelensky: “La situazione dell’accesso ai servizi medici nelle zone controllate dai russi è tragica”

“La situazione dell’accesso ai servizi medici e ai farmaci nelle aree dell’Ucraina sotto il controllo russo è catastrofica”, ha detto invece Zelensky. Il presidente ha sottolineato, nello specifico, la mancanza di cure per chi presenta delle patologie particolarmente gravi, e ha parlato di circa 400 strutture ospedaliere danneggiate dagli attacchi russi. Per quanto riguarda, poi, la situazione di Mariupol, ha detto che al momento sono stati evacuati già 500 civili.

Gli USA avrebbero fornito informazioni che hanno aiutato l’Ucraina ad affondare l’incrociatore russo Moskva

Secondo la CNN, gli Stati Uniti avrebbero fornito informazioni d’intelligence che hanno aiutato l’Ucraina a colpire e affondare l’incrociatore russo Moskva. Per la televisione americana, sarebbero stati i militari ucraini ad avvistare la nave lungo le coste del Mar nero e a chiedere conferma ai propri alleati. Gli USA, da parte loro, avrebbero confermato che si trattasse dell’incrociatore, e fornito elementi chiave circa la sua posizione. Non è chiaro se Washington sapesse che gli ucraini avrebbero attaccato ma, ad ogni modo, non sarebbe stato coinvolto nella decisione, sottolineano le fonti.

Ultime notizie