domenica, 22 Maggio 2022

Festa per vittoria dei russi sui nazisti, la locandina del Pci esalta la Z di Putin: il Comune di Zagarolo si dissocia

La locandina per le celebrazioni della vittoria sui nazisti esalta la Z tristemente nota da quando l'Ucraina è stata invasa.

Da non perdere

La festa per la vittoria dei Russi sui nazisti, ma spunta la Z di Putin e tutto assume un significato diverso tanto da accendere aspre polemiche. Succede a Zagarolo in provincia di Roma, dove la sezione del locale Pci ha voluto sui manifesti, per la festa della vittoria, esaltare la Z sostituendola alla famigerata zeta del logo russo dell’invasione dell’Ucraina. La locandina che ha dato luogo a non poche polemiche è stata commissionata dal Partito Comunista Monti Tiburtini Casilina in occasione dell’evento del prossimo 8 maggio. I festeggiamenti avranno luogo con un giorno d’anticipo rispetto alla data della vittoria russa sui nazisti del 1945, data che viene indicata ipoteticamente come quella prescelta da Putin per mettere fine all’invasione dell’Ucraina proprio per la ricorrenza del 77° anniversario della vittoria dell’Unione sovietica nella seconda guerra mondiale.

Dura la replica della sindaca di Zagarolo Emanuela Panzironi dopo la pubblicazione della locandina incriminata: “Mi dissocio fermamente dalla scelta che è stata fatta. Inaccettabile vedere la Z del nome del mio Comune utilizzata con riferimento all’invasione russa”, continua la prima cittadina contrariata: “Io rispetto le posizioni politiche di tutti, la libertà di espressione e anche il ricordo e la commemorazione dei partigiani morti nella seconda guerra mondiale, ma provo sdegno per l’associazione e il riferimento alla ‘Z’ maiuscola presente nella locandina dell’evento”, prosegue Panzironi “Considerata anche l’importanza mediatica che ha assunto l’iniziativa devo anche valutare se presenti i criteri di sicurezza, considerando la pericolosità della situazione”. Dopo aver sentito gli organizzatori stanno riflettendo se annullare l’evento “forse si sono resi conto dell’errore. A ogni modo deciderò questo pomeriggio se dare l’assenso allo svolgimento della manifestazione”, conclude Panzironi.

Ultime notizie