mercoledì, 25 Maggio 2022

Calcio, Ancelotti fuori gioco: “Dopo il Real Madrid potrei smettere”

L'allenatore di Reggiolo, fresco vincitore della Liga, si è lasciato andare sul suo futuro: "Se il club mi tiene qui per dieci anni, allora allenerò per altri dieci anni".

Da non perdere

A distanza di pochissimi giorni dal successo in Liga con il suo Real Madrid, Ancelotti tuona sul suo futuro. Con una semifinale di Champions ancora apertissima, appuntamento domani alle 20:45 al Santiago Bernabeu, Re Carlo si è sbilanciato sull’avvenire ai microfoni di Prime Video.
“Dopo l’avventura al Real Madrid, probabilmente, potrei smettere. Se il club mi tiene qui per dieci anni, allora allenerò per altri dieci anni. Poi mi piacerebbe stare con i miei nipoti, andare in vacanza con mia moglie e fare tante cose che ho tralasciato e che invece mi piacerebbe fare. Vorrei andare in tanti posti in cui non sono mai stato, tipo in Australia o a Rio de Janeiro, oppure vorrei andare a trovare mia sorella più spesso. Purtroppo non si può fare tutto, quindi il giorno in cui smetterò avrò tutte queste cose da fare”.

Stando a quanto detto, per Carlo Ancelotti i Blancos sarebbero l’ultimo ballo di una straordinaria carriera. Cresciuto calcisticamente con la Roma, e passato al Milan dopo un gravissimo infortunio, Carletto ha praticamente vinto tutto come calciatore, in Italia e in Europa.
Non contento, ha replicato da vero maestro, una volta accomodatosi in panchina, divenendo – al pari di Paisley e Zidane – l’unico allenatore capace di vincere tre Coppe dei Campioni/Champions League. E chissà se domani sera Benzema e compagni non gli regaleranno, a coronamento di un’annata straordinaria, la quinta finale di Champions della sua carriera.
In attesa dell’esito più importante, ossia quello che verrà definito dal terreno di gioco, per Carlo Ancelotti l’ultimo tango sarebbe quindi alla guida del club più importante della storia del calcio. Un cerchio che si chiude in maniera perfetta.

Ultime notizie