domenica, 22 Maggio 2022

Università di Genova, 7 professori indagati: concorsi truccati a Giurisprudenza

Sette docenti dell'Università di Genova sono indagati, a vario titolo, per dubbie assegnazioni di cattedre e assegni di ricerca. La Procura e la Guardia di Finanza hanno eseguito questa mattina alcuni accertamenti.

Da non perdere

Oggi, 28 aprile 2022, la Guardia di Finanza di Genova, ha effettuato alcune perquisizioni – disposte dalla Procura – nei confronti di 7 docenti dell’Università del capoluogo ligure. I professori sono indagati a vario titolo “per i reati di turbata libertà del procedimento di scelta del contraente, turbata libertà degli incanti, traffico di influenze illecite, rivelazione e utilizzazione di segreti di ufficio in relazione allo svolgimento di selezioni pubbliche per l’assegnazione di docenze e assegni di ricerca presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’ateneo genovese”.

Le posizioni sotto indagine

Come si può leggere dal comunicato stampa della Procura, le procedure selettive oggetto di controlli sarebbero 6. In particolare, quella relativa agli assegni di ricerca in “Diritto Tributario”, “Diritto Costituzionale”, “Istituzioni di Diritto Pubblico”, “Diritto Costituzionale”. Infine, per il posto di Ricercatore a tempo indeterminato di tipo B in “Diritto Costituzionale” e la procedura valutativa per un posto di Professore associato di “Diritto Costituzionale”.

I 7 docenti indagati

I professori universitari nei cui confronti sono in fase di svolgimento le attività di perquisizione sono: Lara Trucco, prorettrice agli Affari Generali e Legali e professoressa ordinaria di Diritto costituzionale, Pasquale Costanzo, professore emerito di Diritto costituzionale, Riccardo Ferrante, direttore del Dipartimento di Giurisprudenza e professore ordinario di Storia del diritto medievale e moderno, Daniele Granara, avvocato e professore associato di Diritto costituzionale, Patrizia Magarò, professoressa associata di Diritto pubblico comparato, Patrizia Vipiana, professore ordinario di Istituzioni di diritto pubblico e Vincenzo Sciarabba, professore associato di Diritto costituzionale.

Ultime notizie