domenica, 22 Maggio 2022

Guerra in Ucraina, Kherson passa al rublo. Ungheria: “Pagheremo gas e petrolio come vuole Putin non abbiamo scelta”

Secondo l'agenzia di stampa statale russa RIA Novosti, la città nel sud dell'Ucraina passerà all'uso della moneta russa dal primo maggio. La Casa Bianca è sul punto di inviare al Congresso una nuova richiesta formale finalizzata a stanziare un enorme finanziamento a Kiev per i prossimi cinque mesi.

Da non perdere

Kherson passerà al rublo. Secondo l’agenzia di stampa statale russa RIA Novosti, la città nel sud dell’Ucraina, sede del governo della Repubblica autonoma di Crimea, passerà all’uso della moneta russa dal primo maggio. Il vice presidente dell’amministrazione militare e civile della regione, Kirill Stremousov, però, ha sottolineato come il passaggio definitivo richiederà un periodo di tempo di almeno quattro mesi, durante il quale saranno in circolazione sia il rublo che la grivnia ucraina. Dopodiché, la regione compirà il suo passaggio definitivo all’utilizzo della moneta russa.

Gli USA a sostegno di Kiev con un nuovo finanziamento: in mattinata parla Biden.

La Casa Bianca, intanto, è sul punto di inviare al Congresso una nuova richiesta formale finalizzata a stanziare un enorme finanziamento a Kiev per i prossimi cinque mesi. L’importo, di cui non si conosce la cifra precisa, servirà a sostenere militarmente, economicamente ed umanitariamente l’Ucraina fino al termine dell’anno fiscale previsto il primo ottobre. Biden, alle 10:45 americane di oggi, parlerà alla Nazione. Tema del discorso sarà il sostegno agli ucraini nella difesa della loro terra e della loro libertà contro l’invasore russo.

Ungheria: “Dipendiamo da Mosca. Seguiremo il loro schema di pagamento”.

“Il nostro Paese utilizzerà lo schema di pagamento messo in atto da Mosca sia per il petrolio che per il gas russo”, ha detto il ministro degli Esteri ungherese alla CNN. “Difendo con forza questa decisione. L’85% della fornitura di gas all’Ungheria proviene dalla Russia, così come il 65% del petrolio. Non abbiamo scelto questa situazione, ma tant’è”. Secondo tale schema di pagamento, gli importatori di energia hanno dovuto aprire due conti bancari presso Gazprombank. Uno in valuta estera ed uno in rubli. Il pagamento avviene in valuta estera, che poi viene convertita dalla banca in rubli.

Ultime notizie