domenica, 29 Maggio 2022

Covid-19, la decisione di Speranza: mascherine al chiuso fino al 15 giugno

Roberto Speranza ha annunciato di voler firmare un'ordinanza per estendere l'uso delle mascherine al chiuso in alcuni ambiti. L'obbligo di green pass resta solo negli ospedali e nelle Rsa.

Da non perdere

Sale l’attesa per il 1° maggio, altra data cardine per l’allentamento delle misure di contenimento del Covid-19. In effetti, la situazione epidemiologica del nostro Paese, nonostante i contagi continuino ad essere alti, non è minimamente paragonabile a quella di un anno fa. Con la somministrazione dei vaccini, i casi di malattia grave sono diminuiti notevolmente e gli ospedali riescono a gestire tranquillamente le terapie intensive e i reparti ordinari.

Mascherine al chiuso: ecco cosa cambia

Da domenica, cadrà anche l’obbligo di indossare le mascherine al chiuso, una regola che però ha al suo interno alcune eccezioni. Infatti, come ribadito dal ministro della Salute Roberto Speranza, le mascherine rimarranno obbligatorie al chiuso “fino al 15 giugno nel trasporto pubblico locale e a lunga percorrenza, per gli spettacoli nei cinema, nei teatri e per tutti gli eventi e competizioni sportive che si svolgono al chiuso”. 

Cade l’obbligo del green pass

Cade anche l’obbligo del green pass che resterà obbligatorio solo per ospedali e Rsa.In tutti gli altri luoghi di lavoro“, esclusi quelli di ambito sanitario e gli ospedali, “senza distinzione tra pubblico e privato, la mascherina sarà solo fortemente raccomandata“, ha precisato il Sottosegretario di Stato alla Salute Andrea Costa. 

Ultime notizie