domenica, 22 Maggio 2022

Morte di Ahmed, 7 mesi fa caso identico: mistero a Padova

La morte di Ahmed apre nuovi scenari anche sul caso di Henry, avvenuto circa 7 mesi fa. I due corpi sono stati rinvenuti nello stesso punto del fiume Brenta.

Da non perdere

La morte di Ahmed Jouider, il cui corpo è stato ritrovato il 26 aprile 2022 nel fiume Brenta, riporta alla mente della comunità di Cadoneghe il caso di Henry Amadosun. A ricordare la tragedia avvenuta lo scorso autunno, è stato il sindaco della comunità in provincia di Padova, Marco Schiesaro su Facebook: “Fiume Brenta tra Cadoneghe e Torre (Padova).Lo stesso punto dove sette mesi fa è stato recuperato Henry. Ora la stessa sorte è toccata a un altro ragazzo di appena 15 anni”.

Lo stesso messaggio

Sette mesi fa, Henry era uscito con degli amici, poi se ne era andato da solo in
bicicletta. Alle 23 aveva mandato un messaggio nella chat del gruppo: “Non me ne
vogliate, non so se ci rivedremo“. Il corpo è stato trovato – due giorni dopo l’addio – nello stesso punto in cui giovedì è stato rinvenuto il corpo di Ahmed. Ieri, Evans Amadosun, padre di Henry, ha parlato con il suo avvocato Marcello Stellin: “Troppe similitudini. Le persone che hanno fatto male ad Ahmed potrebbero essere le stesse che hanno fatto male a Henry“.

Il fil rouge che collega le due morti

Per Ahmed, la procura ha aperto un’indagine per istigazione al suicidio, un’ipotesi invece scartata nell’indagine sulla morte di Henry. Sette mesi fa, inoltre, il caso 18enne destò molto meno clamore e fu subito chiuso dagli inquirenti. L’avvocato Stellin, a supporto della famiglia Amadosun, non si arrende: “Da settembre a oggi abbiamo sentito tanti ragazzi e anche le loro famiglie, cosa abbiamo trovato? Tanta omertà, non attribuisco questo silenzio alla nazionalità, credo piuttosto che tra ragazzi ci sia un codice particolare, che conoscono solo loro“.

Ultime notizie