domenica, 29 Maggio 2022

Guerra in Ucraina, fuggito vicepresidente Gazprombank: “Lotto per la mia patria”. Bombe a grappolo nel Donetsk. Duma chiede sospensione gas a paesi ostili

Igor Volobuev, vicepresidente Gazprombank: “Non riuscivo a guardare quello che la Russia stava facendo alla mia patria”. Bombe a grappolo sui villaggi nel Donetsk. Per il gas, la Duma vuole sospendere la fornitura a tutti i paesi ostili.

Da non perdere

Si sono registrati diversi bombardamenti nella giornata di oggi, soprattutto durante la notte, prima l’attacco a Belgorod, regione russa, dove è stato distrutto un deposito di munizioni, poi è arrivato l’attacco con bombe a grappolo da parte di Mosca su villaggi nel Donetsk. Sul fronte energetico della distribuzione di gas, Gazprom ha bloccato la fornitura per Polonia e Bulgaria, la Duma ha chiesto la sospensione del gas anche ai paesi ostili. Intanto, il vicepresidente di Gazprombank è fuggito dalla Russia.

Bombe a grappolo su villaggi nel Donetsk

Lo hanno riferito le amministrazioni regionali militari e civili in un rapporto reso noto questa mattina sulla situazione in tutto il paese ucraino, citato da Ukrinform, sono stati bombardati durante questa notte il villaggio di Zaitseve e la comunità di Svitlodarsk, nella regione di Donetsk, con munizioni a grappolo. All’interno del documento sono riportati anche altri bombardamenti con sistemi di artiglieria sugli insediamenti di Marinka, Krasnohorivka, Vuhledar e Lyman.

Fuggito Igor Volobuev, vicepresidente di Gazprombank

Il vicepresidente della Gazprombank, banca russa di proprietà statale, ha annunciato di essere fuggito dalla Russia per combattere al fianco delle forze ucraine, l’ha riferito The Moscow Times. Se così fosse, Igor Volobuev sarebbe il 4° Alto dirigente o funzionario noto ad aver fatto una brusca uscita dal Paese. “Non riuscivo a guardare quello che la Russia stava facendo alla mia patria”, queste le parole di Volobuev, nato nella città ucraina nord-orientale di Okhtyrka, che ha precisato di aver lasciato il paese russo il 2 marzo e di essersi unito alle forze di difesa territoriale ucraine.

La Duma: “Bisognerebbe sospendere il gas ai paesi ostili”

L’alimentazione di gas alla società bulgara Bulgaraz e a quella polacca Pgnig è stata completamente sospesa”, questo si legge in una nota ufficiale del colosso russo Gazprom. Il Presidente della Duma, Vyacheslav Volodin, stando a quanto scrive la Tass, ha affermato che la Russia dovrebbe sospendere il gas non soltanto a Polonia e Bulgaria, “lo stesso dovrebbe essere fatto per quanto riguarda i paesi ostili nei nostri confronti”.

Ultime notizie