mercoledì, 25 Maggio 2022

Serie A, il Biscione stritola la Lupa: 3-1 al Meazza

Partita a senso unico. I padroni di casa vanno in rete con Dumfries, una gemma di Brozović e Lautaro. Çalhanoğlu firma due assist, uno su calcio d'angolo. Mkhitaryan realizza la rete giallorossa.

Da non perdere

Qualche pronostico le avrebbe dato la valenza di sfida-scudetto, questa tra l’Inter campione d’Italia e la Roma di Mou. Invece si gioca il titolo solo la Beneamata, seconda, con una gara da recuperare mercoledì alle 20.15, sul terreno del Dall’Ara di Bologna. E però i giallorossi hanno ri-preso a correre, e non perdono da 12 gare. Di più: tallonano i bianconeri per un posto in Champions League distante 5 punti, mentre uno, oggi a Milano, è il punto di forza assente: Zaniolo, squalificato; il tecnico del Triplete nerazzurro rinuncia pure a Cristante per infortunio. Non ha tali grattacapi Inzaghi, il quale però perde Vidal, uscito claudicante dopo la vittoria sul Milan di quattro giorni or sono. A buon conto, lo spettacolo verrà assicurato dal tutto esaurito del Meazza. Martedì in coppa Italia, e oggi in campionato, i numeri restano costanti: 75mila spettatori. Un buon viatico per la proprietà di viale della Liberazione, in maniera da affrontare il calcio-mercato estivo senza dover “scegliere” tra campionato e Champions League. Ancorché – invero – un dirigente dovrebbe saper acquistare (e vendere) soprattutto in tempi di vacche magre, soprattutto se per cognome fa Marotta.

Simone Inzaghi lascia in panchina il titolare Bastoni, per Dimarco, e si affida al tandem classico Džeko-Lautaro; Mou parte con Abraham e con gli esterni offensivi El Shaarawy e Pellegrini. La prima emozione, però, deriva dal destro di Çalhanoğlu, al 18′, deviato da Rui Patrício. Proprio il turco firmerà il filtrante per Dumfries, freddo a tu per tu col portiere. Così i padroni di casa si portano in vantaggio alla mezz’ora. Nel frattempo la Roma non punge, e il Biscione ne approfitta. Perišić serve il suo connazionale Brozović e giunge la gemma al Meazza. Il centrocampista nerazzurro mette a sedere la difesa e infila il destro nel sette: 2-0 al 40′.

Appena comincia la seconda frazione Lautaro calcia di destro e Rui Patrício devìa in angolo. Batte Çalhanoğlu e sempre il Toro incorna per la terza volta la Roma. Partita chiusa al 50′, con il turco autore di 9 assist in campionato. Inzaghi si cautela e sostituisce Džeko con Correa e Dimarco per Bastoni; lo Special one, invece, inserisce Veretout e Pérez per El Shaarawy e Pellegrini. Invano, poiché Mkhitaryan segna a cinque minuti dal 90°, e fissa il punteggio sul 3-1 per i nerazzurri.

L’Inter vince ancora e vola al primo posto in attesa di Lazio-Milan, domani all’Olimpico.

Ultime notizie