domenica, 29 Maggio 2022

Maddie McCann, c’è un indagato 15 anni dopo la scomparsa

Il tedesco Christian Brueckner è il primo indagato ufficiale dalla scomparsa della piccola avvenuta 15 anni a Praia da Luz in Portogallo. La piccola pochi giorni fa vittima di un commerciante di panini senza scrupoli che si è servito della sua immagine per farsi pubblicità.

Da non perdere

Sul caso Maddie McCann, la bimba di 3 anni scomparsa il 3 maggio 2007, arriva una svolta dopo 15 anni di ricerche e indagini. L’indagato è un tedesco di 44 anni, Christian Brueckner che le autorità portoghesi su indicazione della Germania hanno incriminato per il rapimento della piccola Madeleine, mentre era in vacanza con i suoi genitori a Praia da Luz in Portogallo.

“Nell’ambito dell’indagine sulle circostanze della scomparsa di Madeleine McCann nel 2007, una persona è stata incriminata mercoledì” è quanto si legge in una dichiarazione rilasciata dalla Procura di Portimao del Dipartimento per le indagini penali. L’ufficio del procuratore generale del Portogallo e la Polizia Giudiziaria non hanno ancora rilasciato alcun commento ufficiale. L’uomo che ha sempre negato il coinvolgimento nella scomparsa di Madeleine sarebbe stato smentito da una fonte del giornale britannico: “Avrebbe confessato a un amico di aver rapito Madeleine e i tabulati dei telefoni cellulari lo hanno collocato a Praia da Luz la notte in cui è scomparsa”.

Brueckner, già in carcere con l’accusa di stupro, sarebbe stato informato dell’accusa e avrebbe rifiutato di essere sottoposto a interrogatorio nella procedura penale portoghese. Scotland Yard intanto fa sapere che le indagini sulla scomparsa della bambina continueranno nonostante i sospetti formali sull’uomo tedesco. La piccola era stata, pochi giorni fa, tristemente protagonista di un commerciante di panini senza scrupoli che si è servito dell’immagine della piccola per farsi pubblicità.

Ultime notizie