lunedì, 23 Maggio 2022

Assalto alla sede Cgil a Roma: cinque nuovi indagati. Leader no vax finisce in carcere

Nuove misure cautelari per altri cinque indagati per l'assalto alla sede della Cgil a Roma avvenuta durante una manifestazione contro il green pass, lo scorso 9 ottobre. Tra gli indagati anche uno dei leader No Vax.

Da non perdere

La Digos di Roma ha dato esecuzione a 5 misure cautelari per l’assalto alla Cgil avvenuto lo scorso 9 ottobre durante una manifestazione contro l’attuazione del Green Pass. Le nuove misure si aggiungo alle 25 già eseguite nell’ambito della stessa indagine. I reati contestati agli indagati sono quelli di devastazione e saccheggio aggravato, violenza e resistenza al pubblico ufficiale.

Le indagini, condotte anche attraverso la visione dei filmati raccolti, hanno permesso di cristallizzare inconfutabili indizi di colpevolezza. Tra i 5 indagati il leader No Vax, Nicola Franzoni, legato all’area dell’estrema destra, per il quale è scattata la misura cautelare in carcere e al quale viene contestata anche l’istigazione a disobbedire alle leggi e violazione della misura di prevenzione del divieto di ritorno nel Comune di Roma. Per gli altri 4 è stato disposto l’obbligo di dimora presso il comune di appartenenza; in particolare per 2 è stato deciso il divieto di allontanamento da casa dalle 17 alle 22, mentre per gli altri 2 l’obbligo di firma.

Ultime notizie