mercoledì, 25 Maggio 2022

La svolta degli audiolibri: una valida alternativa per i lettori più impegnati

Una vita frenetica non aiuta a trovare un momento per prendersi un momento per leggere, grazie agli audiolibri ogni momento è buono.

Da non perdere

Scuola. Lavoro. Famiglia. Animali domestici. Pulizie della casa. Ogni giorno la vita ci mette davanti diversi impegni, si corre da una parte all’altra in continuazione e si arriva spesso a fine giornata stanchi, con la voglia di mettersi a dormire. Un lettore durante la giornata cerca sempre di ritagliarsi dei momenti per leggere, alla fermata del bus, sul treno che lo porta a lavoro o a casa, durante la pausa pranzo. Insomma, ogni momento è quello giusto ma, non sempre si ha un libro in borsa a portata di mano. A volte si è così impegnati che non si hanno quei minuti da dedicare a girare qualche pagina del libro che si sta leggendo.

Una valida alternativa al formato cartaceo è di certo il kobo o il kindle, ma, anche in questo caso si deve avere il tempo e le mani libere per poter leggere. Da anni ormai ha preso piede la moda dei podcast e degli audiolibri. Audible, Storytel e a volte anche Spotify e Youtube caricano questi contenuti audio da poter ascoltare quando e come vuoi a portata di smartphone.

Abbiamo chiesto a un gruppo di lettori quale piattaforma utilizzano per ascoltare gli audiolibri e come si trovano a sentire un libro e non leggerlo.

La prima lettrice intervistata è stata Sofia, convertita agli audiolibri da quando lavora 12 ore al giorno e ha una bambina piccola. Ecco cosa ci ha detto: “Gli audiolibri sono la svolta. Metto la velocità che preferisco e mi lascio cullare, alcune volte sembra che sono lì con gli altri personaggi. Le voci sono spesso degli autori o di attori molto bravi che ti coinvolgono e non ti fanno pesare non avere un libro tra le mani per portare il segno”.

Quando le abbiamo chiesto come mai ha deciso di ascoltare gli audiolibri ha risposto: “Sono mamma e lavoro anche tanto, mentre faccio le pulizie di casa, faccio un po’ di tapis ruolant o cucino mi piace approfittare e leggere un po’, arrivo troppo stanca la sera per mettermi con un libro in grembo e leggere”.

Ma il suo pensiero è condiviso da molti altri lettori, Cesare e Dario, due fratelli che lavorano in ufficio quasi 7 giorni su 7, hanno definito gli audiolibri come “la nostra salvezza”. Dario infatti, grande amante del genere giallo ha deciso di ascoltare alcuni volumi presenti su Audible e ridendo ci ha confessato: “Sembravo io stesso l’assassino o l’investigatore, a volte mi capitava di avere la tachicardia o trattenevo il respiro, vi risparmio gli sguardi interrogativi dei miei colleghi mentre ero alla mia scrivania a sbrigare delle pratiche e mi vedevano con gli occhi spalancati”.

Cesare preferisce di gran lunga i distopici e i fantasy, all’inizio titubante sull’utilizzo dell’audiolibro si è dovuto ricredere dopo aver ascoltato alcune ultime uscite: “Ho iniziato per caso una trilogia che volevo leggere da tanto tempo ma i volumi costavano un po’ e ho pensato di ripiegare sull’audiolibro, terminati in meno di una settimana”.

Insomma, gli audiolibri hanno aperto una nuova frontiera della lettura, anche i più scettici a volte ripiegano su di essi, sia per via degli abbonamenti molto abbordabili sia per impiegare i tempi morti in modo produttivo.

Ultime notizie