mercoledì, 25 Maggio 2022

Guerra in Ucraina, Kiev: “Uccisi 21mila soldati nemici”. Colpite postazioni degli invasori: abbattuto caccia russo – VIDEO

L'esercito ucraino ha abbattuto un aereo russo su Kharkiv e sferrato 7 attacchi contro postazioni nemiche. Secondo le stime, sarebbero 21mila i soldati russi morti finora. Peskov: "Possibile attacco al ponte tra Crimea e Russia è terrorismo". Oms stima 162 assalti alla sanità, con 73 morti e 53 feriti. Nella regione di Kiev 1.020 civili negli obitori.

Da non perdere

Nonostante l’avanzata russa e la presunta presa di Mariupol, non confermata da Kiev, l’esercito ucraino risponde al fuoco attivamente. Nella regione di Kharkiv, i soldati della 93esima brigata meccanizzata delle forze armate locali avrebbero abbattuto un caccia Su-34 russo, precipitato poi in un territorio occupato dagli invasori. Secondo quanto riportato dal canale informativo Ukrinform, l’esercito ucraino ha sferrato 7 attacchi contro postazioni russe, andati tutti a segno, nel sud del Paese e ancora non si ha la stima delle perdite provocate. Arriva invece un bilancio orientativo da parte dello Stato Maggiore Generale dell’esercito ucraino, secondo il quale le truppe russe avrebbero perso circa 21mila soldati dall’inizio dell’invasione. Il consigliere presidenziale Podolyak ha affermato che, a parer suo, la guerra non durerà ancora a lungo perché le risorse ucraine sono sufficienti e in costante crescita, grazie anche agli aiuti provenienti dal resto del mondo, mentre quelle nemiche si stanno esaurendo.

Botta/risposta tra Kiev e Mosca

Il portavoce del Cremlino, Dmitrij Peskov, ha espresso il suo sdegno nei confronti di un possibile attacco annunciato da Kiev: “La dichiarazione dell’Ucraina su un possibile attacco al ponte che collega la Crimea alla terraferma russa costituisce un annuncio di attacco terroristico, è inaccettabile”. Il consigliere del capo dell’ufficio presidenziale ucraino, Oleksiy Arestovych, ha invece voluto puntare l’attenzione sul fatto che l’esercito russo, nelle ultime 24 ore, non è riuscito ad avanzare né nella regione di Lugansk, né verso Zaporizhzhia, mostrando quindi che gli avversari non riescono a fare passi avanti nell’invasione del Paese.

Stime Oms: 162 attacchi alla sanità ucraina

Arrivano nuove stime dall’Oms. Secondo quanto riferito, salgono a 162 gli assalti alla sanità ucraina, rispetto ai 147 dell’ultimo aggiornamento, mentre rimane stabile il bilancio delle vittime con 73 morti e 53 feriti. Su Twitter l’Organizzazione mondiale della sanità, che ha verificato e confermato altri 15 attacchi, rimarca che strutture, ambulanze, medici e personale sanitario non dovrebbero mai essere un bersaglio. Intanto la vice prima ministra, Olga Stefanichyna, ha affermato che “1.020 civili, unicamente civili, sono negli obitori della regione di Kiev”, facendo riferimento alla città di Borodyanka.

Ultime notizie