lunedì, 23 Maggio 2022

Napoli, colpo al clan Moccia: 57 misure cautelari maxi sequestro da 150 milioni di euro

I Carabinieri del Ros, hanno eseguito 57 misure cautelari nei confronti di soggetti accusati di reati aggravati dalla finalità di agevolare il clan camorristico Moccia. Sequestrati anche circa 150 milioni di euro.

Da non perdere

Cinquantasette persone sono state raggiunte da altrettante misure cautelari, disposte al G.I.P. di Napoli, per associazione mafiosa, estorsione, impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita, autoriciclaggio, fittizia intestazioni di beni, corruzione, porto e detenzione illegale di armi da fuoco, ricettazione, favoreggiamento; tutti reati aggravati dalla finalità di agevolare il clan camorristico Moccia.

I Carabinieri del Ros, Raggruppamento Operativo Speciale, hanno eseguito, nello specifico, 36 misure cautelari in carcere, 16 agli arresti domiciliari e 5 divieti temporanei di esercitare attività d’impresa. La Guardia di Finanza, ha contestualmente, notificato altri 2 divieti temporanei di esercizio di attività d’impresa e ha sequestrato d’urgenza beni mobili, immobili e quote societarie per un valore di circa 150milioni di euro.

Dall’indagine si è potuto rilevare la struttura e i diversi livelli di comando e di competenza territoriale all’interno dell’organizzazione mafiosa; ai vertici di comando i fratelli Angelo, Luigi e Antonio Moccia, insieme al cognato Iazzatta Filippo. Tutti, nonostante fossero in stato detentivo e Angelo e Luigi si fossero trasferiti a Roma, avrebbero continuato a dare ordini ai loro affiliati o subordinati, promuovendo reati fine, consumanti sia dai vari sottogruppi territoriali che costituiscono l’ala militare dell’organizzazione, sia da imprenditori del settore del recupero degli olii esausti di origine animale e vegetale, derivanti dagli scarti di macellazione. Inoltre avrebbero impartito direttive e fornito somme, derivate dall’accumulazione illecita di ingenti capitali, nei grandi appalti ferroviari e dell’alta velocità.

Ultime notizie