domenica, 22 Maggio 2022

Guerra in Ucraina, Google blocca le carte bancarie russe. Scambio di prigionieri tra Mosca e Kiev

Google ha interrotto i servizi di pagamento con carte bancarie russe. Oltre a non poter effettuare transazioni con alcun tipo di carta, l'azienda americana ha annullato anche i pagamenti da cellulare. Kiev, intanto, ha scambiato quattro prigionieri russi con cinque ucraini. Si tratta del quinto scambio dall'inizio del conflitto. 

Da non perdere

“I russi stanno cercando di occupare i villaggi del Lugansk. Stanno tentando, senza successo, di catturare gli insediamenti di Popasna e Rubizhne”. Ad affermarlo è lo Stato Maggiore Generale delle Forze Armate ucraine, citato dall’emittente Ukrainska Pravda, che ha aggiunto: “Nella parte occidentale del Paese alcune unità bielorusse stanno presidiando il confine con l’Ucraina, nelle regioni di Brest e Gomel. Non mi stupirei se a breve si dovesse arrivare allo scontro armato”. Kiev, intanto, ha scambiato quattro prigionieri russi con cinque ucraini. Si tratta del quinto scambio dall’inizio del conflitto.

Google interrompe i servizi di pagamento con carte bancarie russe

Google ha interrotto i servizi di pagamento con carte bancarie russe. A renderlo noto è il Ministro della Trasformazione digitale dell’Ucraina Mykhailo Fedorov, che ha precisato come, oltre a non poter effettuare transazioni con alcun tipo di carta russa, Google abbia annullato anche i pagamenti da cellulare. Inoltre, Fedorov ha sottolineato su Telegram come l’azienda avrebbe cancellato l’abbonamento degli utenti russi dal servizio Google One tramite l’App Store. Di recente, tra l’altro, il colosso americano aveva rimosso dal Google Play Market per smartphone l’applicazione della Sberbank russa. Lo scorso 26 marzo, invece, sia Apple che Google avevano ritirato le carte Mir russe dai loro sistemi di pagamento.

Ultime notizie