domenica, 29 Maggio 2022

Gerusalemme, scontri sulla Spianata delle Moschee: almeno 150 feriti

Scontri tra manifestanti palestinesi e Polizia israeliana sulla Spianata delle Moschee. Sale da 90 a 150 il bilancio dei feriti registrati fino ad ora. Ma gli sconti sono ancora in atto proprio mentre Gerusalemme si prepara a vivere la Pasqua ebraica.

Da non perdere

Violenti scontri si stanno verificando sulla Spianata delle Moschee a Gerusalemme tra manifestanti palestinesi e la polizia israeliana. Il bilancio attuale dei feriti è di 150 tra i manifestanti palestinesi. Da quanto riferisce un funzionario della Mezzaluna Rossa, movimento internazionale della Croce Rossa, dei feriti 40 sono stati portati in ospedale e almeno 2 sono in gravi condizioni. Tra i feriti anche 3 agenti israeliani. Gli scontri sarebbero ancora in corso sul terzo luogo più sacro dell’Islam, noto anche come il Monte del Tempio nella tradizione ebraica.

Secondo quanto riferito dalla radio militare, i fedeli islamici che oggi celebrano il secondo venerdì del Ramadan, hanno organizzato un corteo sulla Spianata osteggiando le bandiere di Hamas e hanno attaccato la Polizia israeliana con lanci di sassi e sparando fuochi d’artificio ad altezza d’uomo. Alcune decine di persone si sono barricate nella Moschea al -Aqsa. In vista delle celebrazioni della Pasqua ebraica che partiranno da questa sera, migliaia di agenti sono stati dislocati in tutta Gerusalemme per cercare di mantenere il controllo della situazione.

Ultime notizie