venerdì, 20 Maggio 2022

Sparatoria nella metropolitana di New York: i feriti salgono a 29. Ancora in fuga il sospettato escluso l’atto terroristico

La Polizia è sulle tracce di un uomo di 62 anni afroamericano, sospettato di essere il responsabile della sparatoria avvenuta ieri mattina nella metropolitana alla stazione di Brooklyn. Il bilancio dei feriti sale a 29.

Da non perdere

La città di New York è ancora sotto shock dopo la sparatoria di ieri, 12 aprile, avvenuta nella metropolitana di Brooklyn. La sparatoria è avvenuta nell’ora di punta della mattina intorno alle 8:40 locali; si aggrava il bilancio dei feriti, al momento sarebbero 29.  Esclusa la pista di un attacco terroristico, la Polizia è alla ricerca di un 62enne afroamericano, Frank James. L’uomo è stato identificato grazie alla carta di credito persa durante la fuga, carta di credito utilizzata per affittare il furgoncino legato all’attacco e trovato a pochi metri dalla stazione.

La ricostruzione

Secondo quanto riportato dalla Nbc News, la pistola con la quale il 62enne ha aperto il fuoco, si sarebbe inceppata; il blocco ha quindi evitato di provocare altre vittime. Secondo le prime ricostruzioni, l’uomo è salito sulla metropolitana e mentre si trovava all’interno di un vagone, ha aperto un borsone e ha tirato fuori una maschera antigas e un contenitore, una specie di ordigno fumogeno che ha lanciato nel vagone; poi ha aperto il fuoco colpendo 8 persone, mentre le altre sono state intossicate dal fumo o ferite durante la fuga. L’uomo si sarebbe poi allontanato vestito come un addetto della metro. Ma secondo gli investigatori il sospettato avrebbe sparato almeno 33 colpi. Sulla scena sono state ritrovate una pistola Glock 17 da 9 millimetri, un’accetta, fuochi d’artificio e un contenitore con della benzina.

Il capo della Polizia di New York ha dichiarato durante la conferenza stampa, che nessuno dei feriti è in pericolo di vita, “non conosciamo ancora il motivo della sparatoria, ma non è un incidente terroristico e non ci sono dispositivi esplosivi nella metropolitana”. Il ministro dei trasporti ha aumentato il numero degli agenti e le misure di sicurezza in tutte le metropolitane, le stazioni e gli aeroporti. Dopo l’attacco è stata rafforzata anche la sicurezza del sindaco di New York, Eric Adams, in quanto il 62enne a cui si sta dando la caccia, aveva postato online dei video preoccupanti in cui parlava dei senzatetto e, appunto, del sindaco Adams. “Non ci fermeremo finché non troveremo il responsabile”, è quello che ha scritto in un Tweet il presidente Biden subito dopo la sparatoria.

Ultime notizie