mercoledì, 18 Maggio 2022

Pescara, l’ordinazione arriva in ritardo e spara al cuoco del ristobar: arrestato cliente spazientito

L'aggressore è stato fermato nei pressi dell'area di servizio Metauro, in provincia di Pesaro e Urbino. Il 23enne è ancora ricoverato in condizioni critiche nel reparto di terapia intensiva.

Da non perdere

Sarebbe entrato in un ristobar con il suo bicchiere di vino e avrebbe cominciato a inveire contro i dipendenti, sparando a un giovane cuoco di soli 23 anniÈ successo a Pescara, in Piazza Salotto. Nel primo pomeriggio di ieri, 10 aprile, un uomo, dopo aver tranquillamente ultimato il pasto all’esterno del bar, sarebbe entrato all’interno del locale per un nuovo ordine e, lamentando i tempi di attesa “lunghi”, avrebbe offeso i dipendenti del locale fino a tirare fuori una pistola.

LA VICENDA
L’aggressore, di grossa corporatura, avrebbe estratto la pistola ferendo uno dei cuochi del ristobar. La vittima, un 23enne del posto, sarebbe stata raggiunta da ben tre, se non addirittura cinque colpi di pistola alla schiena. Il giovane, già a terra, avrebbe cercato invano riparo dietro al bancone. Immediato l’intervento del 118 e delle Forze dell’Ordine. Il 23enne è stato trasportato d’urgenza al Pronto Soccorso e, al momento, è ricoverato in terapia intensiva ed è in condizioni gravissime.

L’aggressore, invece, è stato catturato in tarda serata dalla Polizia. Grazie a una mirata attività di ricerca, coordinata dalla Questura di Pescara assieme alle Questure di Fermo, Ancona e Pesaro e ai Compartimenti di Polizia Stradale dell’Abruzzo e delle Marche, il 29enne è stato fermato nei pressi dell’area di servizio Metauro, in provincia di Pesaro e Urbino. Il 29enne, dopo un primo interrogatorio, è stato sottoposto a “fermo di polizia giudiziaria per tentato omicidio e porto dell’arma“.

Anche il sindaco di Pescara, Carlo Masci, porge tutta la sua vicinanza al giovane 23enne: “In questo momento il mio pensiero va a quel ragazzo colpito in maniera vigliacca dai colpi di arma da fuoco mentre stava lavorando, prego per lui in questo giorno che avrebbe dovuto essere di Pace e che è stato funestato da questo assurdo episodio. Preghiamo tutti per lui“.

Ultime notizie