mercoledì, 18 Maggio 2022

Scaraventa a terra il bimbo di anno durante la lite con la moglie, poliziotto si tuffa e lo prende al volo: arrestato

Prima gli insulti, poi le mani addosso. La donna si è rifugiata dai vicini, mentre il piccolo di 1 anno è rimasto nelle mani del padre. Alla vista degli agenti, l’uomo lo scaraventato a terra. miracolosamente preso al volo da un Ispettore che si è tuffato.

Da non perdere

Se non fosse stato per il tempestivo intervento di un ispettore di Polizia, probabilmente adesso staremmo piangendo la morte di un bimbo di appena 1 anno. Notte di terrore quella vissuta domenica 3 aprile a Firenze da una donna nigeriana e i suoi due bimbi, di 3 e un anno. Al culmine di una lite, infatti, il marito ha scagliato per terra il minore dei due, preso al volo dall’ispettore che si è lanciato a terra in un tentativo disperato di salvare il peggio.

I fatti

Tutto si è svolto tra le mura domestiche a Rifredi, quartiere del Capoluogo toscano. Dalle prime ricostruzioni pare che l’uomo, nigeriano di 28 anni, sarebbe rientrato a casa tardi quella notte, avrebbe preteso di svegliare i figli e nel frattempo, con rabbia, avrebbe strappato dalle braccia della donna il figlio di 1 anno. Il bimbo più grande, svegliato di soprassalto e spaventato, si sarebbe nascosto dietro le gambe della donna per proteggersi. Il padre avrebbe insultato la moglie per poi passare alle mani, fino a farla cadere a terra a causa degli spintoni. Dopo averle messo le mani al collo, la donna è riuscita a divincolarsi e scappare dai vicini di casa col figlio più grande. I dirimpettai, sentite le urla e il pianto dei piccoli, hanno cercato di intervenire, tanto che il 28enne se l’è presa anche con la coppia, aggredendoli.

Mentre la madre sarebbe riuscita a mettersi in salvo assieme al figlio più grande, il più piccolo sarebbe rimasto tra le braccia del padre. Alla vista degli agenti chiamati in soccorso, l’uomo avrebbe lanciato il figlio a terra, miracolosamente salvato dall’Ispettore che si è tuffato. Il 28enne è stato arrestato con l’accusa di maltrattamenti in famiglia. La donna e i suoi piccoli sono stati trasportati all’Ospedale pediatrico Meyer per ulteriori accertamenti. La vicina di casa ha riportato delle lievi contusioni e qualche giorno di prognosi. Secondo la testimonianza della donna, si sarebbe solo dell’ultimo atto di violenza subito, dopo altri patiti nei mesi precedenti. La scorsa settimana sarebbe stata minacciata con un coltello alla gola.

 

Ultime notizie