domenica, 22 Maggio 2022

“Presto la mia amica vuole suicidarsi”: arriva la Polizia e scopre un laboratorio per la droga

Un'amica preoccupata ha chiamato la Polizia dalla Germania, quando gli agenti hanno sfondato la porta hanno trovato una piccola serra e dello stupefacente già pronto. Ad avvisare l'amica è stata la stessa donna dedita alla coltivazione.

Da non perdere

“La mia amica vuole suicidarsi”. Questa la telefonata arrivata al Comando della Polizia di Stato di Assisi ha fatto subito scattare l’allarme. Una donna, residente in Germania, ha allerta gli agenti dopo aver ricevuto sul suo cellulare un messaggio da parte di un’amica che vive ad Assisi, nel quale manifestava intenti suicidi. I Poliziotti si sono messi subito alla ricerca della donna, passando in rassegna ogni abitazione tra le vie e i vicoli della città, non avendo avuto indicazioni precise sulla dimora, riuscendo a risalire all’abitazione e al nome della donna dalla corrispondenza che spuntava da una cassetta della posta. Dopo aver suonato insistentemente al citofono e non avendo avuto risposta, hanno richiesto l’aiuto del Vigili del Fuoco per aprire la porta. Entrati in casa, sono stati colti da un forte odore tipico della marijuana.

Nel corso dell’ispezione hanno trovato su una cassettiera, in camera da letto, alcuni barattoli in vetro che contenevano delle inflorescenze essiccate, e all’interno di un piccolo armadio in tessuti una vera e propria serra con all’interno 2 piante ancora verdi di cannabis, illuminate da una lampada al neon. La proprietaria, 31enne, rientrata a casa in serata e in evidente stato confusionale e con una forte agitazione, ha confessato agli agenti di aver inviato quel messaggio a molti suoi contatti, perché in stato di depressione. A quel punto i Poliziotti hanno chiamato il 118 per far accompagnare la donna all’Ospedale di Perugia per accertamenti. Gli agenti hanno provveduto, quindi, al sequestro della sostanza stupefacente, risultata essere effettivamente marijuana; la donna è stata denunciata in stato di libertà per detenzione di sostanze illegali.

Ultime notizie