mercoledì, 18 Maggio 2022

Caro benzina, non espone in strada i prezzi praticati: gestore “furbetto” rischia 3mila euro di multa

I prezzi non erano ben visibili dalla carreggiata stradale ed erano stati indicati esclusivamente presso le colonnine di rifornimento.

Da non perdere

Sono stati intensificati i controlli su tutto il territorio nazionale per intercettare condotte a danno dei consumatori a seguito dei rilevanti aumenti dei prezzi del carburante. La Guardia di Finanza di Macerata ha sottoposto a controllo un distributore stradale dell’entroterra maceratese perché presentava delle irregolarità. È stata riscontrata la mancata esposizione dei prezzi praticati ed anche l’omissione dell’esposizione di quelli praticati per il GPL.

I prezzi non erano ben visibili dalla carreggiata stradale ed erano stati indicati esclusivamente presso le colonnine di rifornimento. A seguito di ulteriori accertamenti, è emerso che il distributore in questione non aveva mai adempiuto all’obbligo di comunicazione al MiSE dei prezzi praticati e delle loro variazioni. L’operazione si è conclusa con l’applicazione delle sanzioni amministrative, per entrambe le irregolarità, che vanno da un minimo di 516 euro ad un massimo di 3mila euro.

Ultime notizie