venerdì, 20 Maggio 2022

Guerra in Ucraina, Nato e Usa: “Alto rischio di attacco dalla Bielorussia”. Il Pentagono: “Nessun segnale in tal senso”

A circa 30 chilometri dal confino ucraino, intanto, alcune fotografie aeree ritraggono schieramenti di forze di terra russe nel sud della Bielorussia. Secondo la Nato sarà Mosca a decidere dell'ingresso in guerra della Bielorussia

Da non perdere

L’invasione diretta dell’esercito bielorusso in Ucraina sarà una disgrazia per le relazioni con il popolo ucraino e isolerà ulteriormente i bielorussi dal mondo esterno, fino alla cortina di ferro chiunque ordini l’invasione delle truppe bielorusse in Ucraina, indipendentemente dalla posizione e dal grado militare, comparirà davanti al tribunale. Tutti coloro che eseguiranno questo ordine deliberatamente saranno ritenuti responsabili davanti alla legge”. Molto dure le parole della leader dell’opposizione bielorussa, Svitlana Tikhanovskaya, che ha invitato i soldati della sua nazione ad arrendersi all’Ucraina dopo gli aggiornamenti su una possibile invasione da parte della Bielorussia. Questo appello è avvenuto attraverso YouTube e la Tikhanovskaya ha ricordato come Lukashenko, presidente bielorusso, abbia già compiuto un grave tradimento, permettendo alla Russia di utilizzare il proprio territorio per invadere l’Ucraina.

A circa 30 chilometri dal confino ucraino, intanto, alcune fotografie aeree ritraggono schieramenti di forze di terra russe nel sud della Bielorussia. La notizia è stata twittata dal giornalista americano Jack Detsch insieme a un’immagine satellitare dell’allestimento di nuove tende e armamentari. Lo Stato maggiore delle forze armate ucraine ritiene che il rischio di un attacco dalle truppe bielorusse sia alto; dello stesso avviso sono USA e Nato che pensano a un rapido coinvolgimento della Bielorussia nel conflitto al fianco della Russia, secondo quanto riferito dalla Cnn.

Tuttavia, anche se l’opposizione bielorussa afferma che svariate unità di combattimento di Minsk siano pronte a entrare in Ucraina in pochi giorni, con il dispiegamento di migliaia di truppe, lo stesso Pentagono ammette di non vedere “nessuna indicazione che i bielorussi si preparano ad entrare in Ucraina o che hanno fatto accordi in questo senso”. Secondo le fonti della Nato, la decisione conclusiva di un coinvolgimento bielorusso sarà presa da Mosca: “Non si tratta di quello che vuole Lukashenko, la domanda è se Putin vuole un altro Paese instabile nelle regione, perché la guerra destabilizzerebbe la Bielorussia”.

Ultime notizie