domenica, 29 Maggio 2022

Nessuna documentazione fiscale e società a prestanome: sequestrati beni per 200mila euro all’amministratore di fatto – VIDEO

Da un'attenta attività di verifica la società in questione gestita da un mero prestanome non avesse fornito alcuna dichiarazione dei redditi per l'anno 2014 e, per di più, non avesse conservato tutta la dichiarazione necessaria volta a ricostruire i redditi per l'anno 2016.

Da non perdere

A Varese la Guardia di Finanza, assieme alla Procura della Repubblica di Busto Arsizio, ha eseguito la confisca di una villa con relativo box nella disponibilità di un uomo, ritenuto amministratore di fatto di una società e, per di più, senza dichiarazione dei redditi, Valore dei beni sequestrati è circa 200mila euro pari all’imposta evasa. Lo rende noto l’ufficio stampa delle Fiamme Gialle con un comunicato arrivato in redazione.

L’indagine ha preso avvio da un’operazione di verifica fiscale nei confronti di una società che eroga servizi alle imprese quali noleggio estintori e apparecchiature di videosorveglianza. Grazie a un’attenta attività di verifica, pare che la società in questione, delegata a prestanome, non avesse presentato alcuna dichiarazione dei redditi per l’anno 2014 e, per di più, non avesse conservato tutta la documentazione necessaria volta a ricostruire i redditi per l’anno 2016.

Su sentenza del Tribunale, l’amministratore di fatto avrebbe, dunque, “patteggiato la pena (sospesa) di un anno e due mesi di reclusione declarandone l’interdizione dagli uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese per sei mesi, oltre l’incapacità di contrattare con la Pubblica Amministrazione per la durata di un anno, nonché l’interdizione
perpetua dall’ufficio di componente della Commissione Tributaria“.

Ultime notizie