venerdì, 20 Maggio 2022

“Hai fatto la spia coi professori”: 15enne pestato da due coetanei dopo un intervento

La vittima è stata picchiata brutalmente nel punto in cui era collocata la sacca addominale. Sequestrati i cellulari dei bulli ed anche una pistola scacciacani.

Da non perdere

I Carabinieri della Stazione di Firenze hanno eseguito, oggi 14 marzo il decreto della Procura della Repubblica per i Minorenni che prevede la perquisizione personale e locale a carico di due 15enni, l’ipotesi di reato è “lesioni personali aggravate in concorso”. I due ragazzi, stando alle ricostruzioni, hanno rivestito il ruolo di bulli violenti nei confronti di un loro coetaneo e compagno di scuola. L’avrebbero aggredito violentemente con calci e pugni nel punto in cui era collocata la sacca addominale; il ragazzo, infatti, aveva subito precedentemente un intervento chirurgico all’intestino. L’aggressione brutale pare sia avvenuta perché i bulli pensavano che il compagno avesse fatto la spia con i professori.

Le perquisizioni sono state finalizzate alla ricerca di qualsiasi elemento potenzialmente utile ai fini delle indagini. Sono stati sequestrati i cellulari degli indagati minorenni, probabilmente utilizzati per registrare video o scattare foto dell’aggressione per poi diffondere il materiale sui social e schernire la vittima. Si aggiunge a carico dei bulli l’accusa di lesioni personali, aggravate dall’aver agito nei confronti di un minore vulnerabile, con la finalità di discriminazione nei confronti di una persona con gravi problemi di salute. Inoltre, è stata sequestrata una pistola scacciacani con 50 munizioni a salve.

Ultime notizie