domenica, 22 Maggio 2022

Caro-carburante, la corsa dei prezzi continua. Autotrasportatori sul piede di guerra

Continuano anche le proteste degli autotrasportatori, che nei giorni scorsi avevano annunciato uno sciopero a partire da oggi. L'alt della Commissione di garanzia sul nuovo blocco non ha di certo rasserenato gli animi.

Da non perdere

Sembra non arrestarsi l’impennata del prezzo di benzina e gasolio, che questo weekend ha raggiunto, in tutta Italia, in media, per il self service 2,214 euro/litro, per il diesel 2,218 euro/litro. La crisi energetica, peggiorata dalla guerra tra Russia e Ucraina, ha portato infatti alle stelle il costo dei carburanti. Il Brent è questa mattina, 14 marzo, sotto i 110 dollari. Si tratta di dati che arrivano dall’Osservatorio prezzi del ministero dello Sviluppo economico ed elaborati dalla Staffetta, rilevati alle 8 di ieri mattina su circa 15mila impianti.

La benzina self service a 2,214 euro/litro (+38 millesimi, compagnie 2,225, pompe bianche 2,186), diesel a 2,218 euro/litro (+51, compagnie 2,221, pompe bianche 2,213). Benzina servito a 2,318 euro/litro (+50, compagnie 2,361, pompe bianche 2,234). Il diesel a 2,329 euro/litro (+57, compagnie 2,365, pompe bianche 2,262). Gpl servito a 0,880 euro/litro (+7, compagnie 0,886, pompe bianche 0,873), metano servito a 2,255 euro/kg (+39, compagnie 2,299, pompe bianche 2,221), Gnl 2,116 euro/kg (+1, compagnie 2,148 euro/kg, pompe bianche 2,090 euro/kg). Stando ai prezzi nelle autostrade, invece, benzina self service 2,293 euro/litro (servito 2,477), gasolio self service 2,324 euro/litro (servito 2,506), Gpl 0,991 euro/litro, metano 2,697 euro/kg e Gnl 2,099 euro/kg.

Continuano anche le proteste degli autotrasportatori, che nei giorni scorsi avevano annunciato uno sciopero a partire da oggi. Sul nuovo blocco è arrivato però l’alt della Commissione di garanzia dello sciopero, perché non sarebbero stati rispettati i requisiti minimi di preavviso.

Ultime notizie