domenica, 29 Maggio 2022

Serie A, Inter-Salernitana apre la 28esima giornata: Napoli-Milan il big match

Al Diego Armando Maradona una partita che può cucire un pezzo di scudetto al Napoli o al Milan. Roma-Atalanta per continuare la rincorsa Champions con la Juventus alla finestra. Sfide bollenti nei bassifondi della classifica per Cagliari, Venezia e Genoa.

Da non perdere

Prima giornata di campionato nel mese di marzo, la Serie A ritorna in campo dopo gli impegni infrasettimanali di Coppa Italia. Tantissime partite decisive anche in questa giornata, per continuare ad alimentare forti emozioni per uno dei campionati più aperti ed incerti degli ultimi anni.
Il 28esimo turno si aprirà oggi con Inter-Salernitana e si chiuderà domenica 6 marzo alle 20:45 con il posticipo tra Napoli e Milan.

Corsa scudetto, si deciderà tutto al Maradona di Napoli?

Quanto sarà decisivo Napoli-Milan? Probabilmente tantissimo. Non solo per le due compagini appaiate in testa a pari punti che si daranno battaglia al Diego Armando Maradona, ma anche per le inseguitrici che osserveranno i 90 minuti della sfida di Napoli dopo aver giocato le proprie partite.
Sarà l’Inter la prima a poter trarre vantaggio dal risultato del posticipo. Sul suo cammino ci sarà la Salernitana, fanalino di coda capace di bloccare il Milan appena due settimane fa all’Arechi.
I nerazzuri non segnano da 500 minuti tra Campionato e Coppa, con il preoccupante digiuno di Lautaro Martinez, a secco da nove gare. Sulla carta la sfida di San Siro propende per i padroni di casa, ma i campani hanno già dato modo di smentire i pronostici che li vedevano sconfitti in partenza.

Quarantotto ore più tardi del match di Milano, Napoli sarà teatro della sfida che vale una stagione. Partenopei e rossoneri si trovano a pari punti, 57, con la banda Spalletti a godere della miglior difesa del torneo, pronta ad arginare la furia del Diavolo, terzo miglior attacco della competizione.
Il Milan arriva all’incontro da tre pareggi di fila, Salernitana, Udinese e Inter in Coppa Italia, con forti problemi a concludere l’ultimo passaggio. Di riflesso, probabilmente, il Napoli ci arriva nel momento migliore, sfruttando l’alto tasso emotivo maturato grazie alla vittoria sul fotofinish contro la Lazio, grazie al gol vittoria al 97esimo di Fabian Ruiz.
Tutto esaurito al Diego Armando Maradona per una gara che segna un importanissimo crocevia stagionale. Arbitrerà la sfida Daniele Orsato, Paolo Valeri al VAR.

Alla rincorsa del treno Champions League: tre squadre in lizza per un posto nell’Europa che conta

L’acquisto di Vlahovic ha stemperato i forti limiti della Juventus in questa annata, con il bomber classe 2000 che ha fatto risalire la china alla Vecchia Signora. Se la squadra di Allegri fino a poche settimane fa sembrava stesse lottando per un posto in Europa League, il girone di ritorno ha fatto invertire il trend, lanciando i bianconeri verso l’Europa che conta.
Sul cammino di Vlahovic e compagni c’è La Spezia, sicuramente una sfida alla portata nonostante la dispendiosa trasferta di Firenze di Coppa Italia. Come nel caso dell’Inter con la Salernitana, i liguri sono un avversario da non sottovalutare, capaci quest’anno di fare risultato contro Milan e Napoli.

Sfida da dentro o fuori per Roma e Atalanta quindi, rispettivamente a -6 e -3 dalla Juventus. Le due squadre si affronteranno nello scontro diretto sabato 5 alle 18, con la sfida aperta ad ogni risultato e probabilmente anche a tanti gol, considerando l’alta qualità offensiva di entrambe le compagini.
I giallorossi non battono in casa l’Atalanta dal 12 aprile 2014, da quel giorno quattro pareggi e tre vittorie per la Dea.

Sfide salvezza, il Cagliari incontra la Lazio, banco di prova importante per il Venezia

Nei bassifondi della classifica Genoa, Venezia e Cagliari offriranno ai tifosi neutrali sfide molto interessanti aperte ad ogni esito. Si partirà sabato sera con il Cagliari, imbattuto nel 2022 eccezion fatta per la sconfitta maturata contro la Roma, che affronterà la Lazio, secondo miglior attacco del torneo.
Seguirà l’impegno del Genoa, impegnato nel lunch match contro il mai domo Empoli. I terribili ragazzi di Andreazzoli sono un’autentica spina nel fianco per chiunque, il Grifone penultimo con appena 17 punti avrà davanti una vera e propria sfida da dentro o fuori per la permanenza in Serie A.
A chiudere il cerchio ci penserà l’affascinante Venezia-Sassuolo di domenica alle 15. L’ultima sfida tra le due squadre risale addirittura al campionato di Serie C, con gli emiliani che il 3 febbraio 2008 si imposero per 1-0.

Ultime notizie