mercoledì, 18 Maggio 2022

Minacce di morte alla ex, calci e pugni per sfondare la porta di casa: arrestato 35enne

Ieri sera l'uomo si è presentato a casa della donna, dove l'avrebbe minacciata di morte mimando con le mani il gesto della pistola, per poi tentare di entrare nella sua abitazione. 

Da non perdere

Era stato denunciato qualche settimana fa per atti persecutori nei confronti della sua ex compagna. Ieri, 28 febbraio intorno alle 19, a Guspini nella provincia Sud Sardegna, il 35enne si è presentato a casa della donna, dove l’avrebbe minacciata di morte mimando con le mani il gesto della pistola, per poi tentare di entrare nella sua abitazione. Prendendo a calci e pugni la porta, infatti, avrebbe cercato di entrare in casa, suonando il campanello con insistenza.

I Carabinieri intervenuti, nel tentativo di placare gli animi, sono stati insultati e strattonati. L’uomo ha provato ad impossessarsi delle manette di sicurezza di uno dei militari. A quel punto il 35enne è stato bloccato dai militari, permettendo così il ritorno alla normalità. In accordo col Pm di turno è stato eseguito l’arresto con giudizio direttissimo in mattinata.

Gli episodi di violenza a carico delle donne non sembrano avere fine, purtroppo. A Perugia una 18enne è stata sequestrata, costretta a bere alcol e drogata, per poi essere sottoposta a violenza sessuale da tre aguzzini.

Ultime notizie