mercoledì, 25 Maggio 2022

Guerra in Ucraina, notte di bombardamenti: pesante il bilancio dei morti. Partiti i primi aiuti dall’Italia

Proseguono senza sosta gli attacchi da parte dell'esercito russo nelle principali città ucraine. L'Italia ha appena fatto partire il carico di aiuti umanitari, mentre la Borsa di Mosca resta chiusa, nonostante il leggero rialzo del rublo.

Da non perdere

Il sesto giorno del conflitto vede ancora i cieli di Kiev Kharkiv come sfondo di uno straziante concerto di allarmi aerei che hanno continuamente suonato durante la notte. I bombardamenti proseguono, così come proseguono le sanzioni per colpire l’economia russa. Il rublo ha raggiunto i minimi storici e seppur con una lieve ripresa fisiologica, anche oggi la borsa di Mosca ha deciso di restare chiusa. Un funzionario ucraino ha affermato che un attacco di artiglieria russa contro un’unità militare a Okhtyrka, una città tra Kharkiv e Kiev, ha ucciso, lunedì 28 febbraio, almeno 70 soldati ucraini. Nel frattempo, Mosca invia un convoglio di oltre 60 chilometri verso Kiev.

Russia-Ucraina, la mappa del conflitto, giorno 6. (fonte: Al Jazeera)

Ucraina, scontri e bombardamenti durante tutta la notte

Non si sa se per via degli esiti dei negoziati o perché la Russia vuole accelerare prima che le cose possano andar male, fatto sta che gli attacchi sono diventati sempre più frequenti e a ritmo sostenuto durante la notte appena trascorsa.

Ucraina, bombardamenti a Kharkiv

L’amministratore capo della regione di Kharkiv, Oleg Synegubov ha affermato che gli attacchi missilistici russi hanno colpito il centro della seconda città più grande dell’Ucraina, comprese le aree residenziali e l’edificio dell’amministrazione comunale. Synegubov ha poi proseguito dicendo che la Russia ha lanciato missili GRAD e da crociera sulla città orientale e ha accusato Mosca di essere colpevole di crimini di guerra.

Ucraina, gli attacchi nelle altre città

Le sirene in allerta per via dei raid aerei, sono suonate, oltre che alle già citate Kiev e Kharkiv, anche in altre città come Vinnytsia, Uman e Cherkasy. Lo ha riportato il Kyiv Independent. Sempre la testata ucraina, ha riportato le parole di un amministratore di ospedale. È stato colpito un ospedale specializzato in nascite nel villaggio di Buzova vicino a Kiev. “Tutte le persone sono state evacuate dall’edificio”, ha precisato l’amministratore.

Ucraina, l’esercito russo assedia Kherson

Le truppe russe hanno circondato la città di Kherson, nel sud dell’Ucraina, secondo quanto riportato da un giornalista locale. “La città è effettivamente circondata, ci sono molti soldati russi e attrezzature militari su tutti i lati, hanno allestito posti di blocco alle uscite”, ha detto la giornalista Alyona Panina al canale televisivo Ucraina 24. Il sindaco della città Igor Kolykhaiev ha riportato via Facebook che “l’esercito russo sta allestendo posti di blocco agli ingressi di Kherson”. La città, situata sulla sponda destra dell’estuario del Dnipro, ha una popolazione di circa 280mila abitanti e si trova a nord della penisola di Crimea, annessa da Mosca nel 2014. La Russia ha affermato di aver assediato la città domenica.

Crollo del rublo dal 2000 ad oggi (fonte: Financial Times)

Mosca, anche oggi la borsa resta chiusa: il rublo risale

Il rublo, questa mattina, ha avuto un piccolo e fisiologico rialzo dopo che le quotazioni ieri sono scese del 30%. La moneta russa ha recuperato su dollaro ed euro: il cambio dollaro/rublo scende del 3% circa a 91,50, mentre euro/rublo scivola nella stessa misura a 102,95. Intanto le contrattazioni su azioni e derivati alla Borsa di Mosca resteranno chiuse nella seduta di oggi. La banca centrale russa ha detto che informerà sul futuro delle operazioni prima delle ore 6 di mercoledì. Anche ieri la Borsa moscovita è rimasta chiusa per tutta la giornata, in modo da evitare il crollo delle quotazioni.

Ucraina, Protezione Civile: partito il carico d’aiuti dall’Italia

I beni e i materiali, messi a disposizione dalla Protezione Civile italiana, sono partiti dal polo logistico di Avezzano, poco fa. La logistica delle 200 tende da campo, per una capacità di 1.000 posti letto, sarà garantita dalla Croce Rossa Italiana che consegnerà il materiale a Prochowice, in Polonia. La città polacca è stata individuata dalla Commissione Europea come centro logistico per gli aiuti umanitari.

Ultime notizie